29
Gio, Lug

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

SACE aggiorna il Barometro, l'indicatore che monitora l'andamento dei settori italiani, assegnando un punteggio da 1 a 9 (9 rischio massimo), con i dati relativi al primo trimestre 2021. Nel complesso i rischi dell'industria italiana restano pressoché stabili: v'è un miglioramento diffuso in diversi comparti, come la metallurgia ed i mezzi di trasporto, mentre l'aggregato dei prodotti estrattivi e raffinati ha registrato un aumento del rischio.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Coface stima in circa 160 milioni il numero totale di posti di lavoro in smart working nelle economie ad alto reddito e 330 milioni sono i potenziali smart worker nelle economie a basso e medio reddito. Nel report Coface ha realizzato un indicatore basato su quattro criteri: capitale umano, competitività del costo del lavoro, infrastrutture digitali e contesto imprenditoriale. Le economie a basso costo del lavoro e grandi risorse in termini di potenziali smart worker (come India, Indonesia o Brasile) sembrano pronte a seguire questa strada.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Le 5 scuse del mancato pagamento aggiornate... a 13! La piccola guida Atradius per il recupero dei Crediti Commerciali mostra il cambiamento di posizione in classifica di alcune scuse: "Non abbiamo ricevuto/ Abbiamo smarrito la fattura" balza al primo posto ma è entrata in classifica la scusa "Abbiamo problemi di flusso di cassa / Siamo insolventi". Conoscere le scuse dei clienti ed aver fornito all'amministrazione una lista di risposte consente di gestirle ed è fondamentale per evitare di diventare le vittime di queste tattiche per guadagnare tempo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Nel nuovo report Credendo analizza il settore aereo, ancora in grave affanno dopo l'impatto della pandemia. In netto contrasto rispetto alla situazione disperata del trasporto passeggeri, il comparto del trasporto aereo merci, in forte espansione, che a gennaio è tornato ai livelli precrisi. I ricavi merci rappresentavano però solo il 12% del totale, quindi questa attività non è sufficiente per controbilanciare la massiccia e costante perdita di ricavi da traffico passeggeri.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il nuovo report Credendo analizza l'evoluzione dei pagamenti. I contanti hanno subito un rapido rallentamento a causa della pandemia da Covid-19. si prevede che tale tendenza prosegua anche con il calare della pandemia. Le valute digitali sono tornate come potenziale metodo di pagamento alternativo. Le banche centrali mondiali prevedono di emettere la propria valuta digitale, CBDC (Central Bank Digital Currency) che però non è una criptovaluta.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il nuovo report di Chubb affronta il tema della supply chain in relazione alla gestione delle scorte dei vaccini e degli equipaggiamenti medico-sanitari. Una scarsa attenzione nella pianificazione e gestione dei rischi legati allo stoccaggio, potrebbe causare ingenti perdite ai vari Paesi. Dopo i problemi iniziali, legati alla fornitura di mascherine, l'Unione Europea...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il report di Roland Italia, compagnia assicurativa tedesca specializzata nella Tutela Legale, effettuato a febbraio 2021, mostra le prestazioni economiche dei settori dell'economia italiana nel 2020, anno scosso fortemente dalla crisi del Covid-19. Il settore assicurativo ha risposto in maniera soddisfacente e ha mantenuto i suoi standard in un ventaglio molto eterogeneo di risultati aziendali.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La nuova legge sulla crisi d’impresa inasprisce la posizione degli amministratori: ora è diventato molto più probabile che sia loro contestato un illecito di natura dolosa. Attentione quindi alle polizze assicurative, nello specifico la polizza D&O, che in tal caso NON si attiverà! Come fare?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Gli "adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili" sono diventati "il tema del giorno" perchè con la nuova legge sulla crisi d’impresa gli amministratori delle imprese rischiano molto più di prima di ricevere un'imputazione di natura dolosa.
Come fare a verificare se la tua azienda è in possesso degli assetti adeguati previsti dalla legge? Ci viene in aiuto un misuratore (gratuito): rispondendo a 24 semplici domande - la maggior parte sono "Si/No" (in tutto 10 minuti!) potrai sapere qual è la situazione della tua azienda!

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Grazie ad un nuovo portale abbiamo reso disponibile al pubblico la possibilità di preventivare in autonomia tutte le polizze di RC Professionale con Compagnia Lloyd's. Il preventivo lo fai tu, noi controlliamo che sia tutto a posto e te lo inviamo. Naturalmente su questo preventivatore non sono inserite tutte le soluzioni che abbiamo a disposizione: se hai esigenze particolari non esitare a contattarci.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il "tecnico abilitato" attesta che gli interventi sono rispondenti all’allegato A del Decreto Requisiti Ecobonus; contestualmente dichiara gli estremi della sua polizza di RC Professionale: Compagnia (autorizzata ad operare in Italia), Numero di polizza, Scadenza e Massimale, che deve essere adeguato al numero delle attestazioni rilasciate e agli importi degli interventi, con un minimo di 500.000€. La domanda è: se tale dichiarazione fosse ..."inesatta", cosa può accadere al contribuente per quanto riguarda i suoi benefici fiscali previsti dal Decreto Rilancio?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Con il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico n. 54, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.152, il 2 luglio 2020 è entrato in vigore il c.d “Contratto Base” nella RC Auto, per semplificare ai consumatori il confronto dei prezzi delle polizze a copertura dei rischi derivanti dalla circolazione dei veicoli. Ecco una sintesi della nuova normativa.