22
Ven, Ott

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Le restrizioni legate alla pandemia avevano messo un freno all'aumento dei movimenti sociali che ora si presentano con una nuova ondata. Coface delinea un orizzonte caratterizzato da una nuova ondata di tumulti sociali a causa del deterioramento senza precedenti degli indicatori socio-economici. Questi movimenti sociali avranno un impatto sull'attività economica dei Paesi colpiti, compreso il loro commercio estero.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

In due anni fortemente segnati dalla pandemia Covid-19 il supporto dei governi è stata l'ancora di salvezza che ha permesso un abbassamento della percentuale delle insolvenze delle aziende: in Italia del 10% nel 2021 rispetto al 2019. Ma quando il sostegno fiscale dei governi verrà meno cosa accadrà? Nel nuovo report sulle previsioni di Insolvenza del 2022, Atradius mette l'Italia al primo posto come incremento percentuale delle insolvenze!

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

SACE ha presentato il primo Rapporto Export post-pandemico. Tutti i mercati sono in fase di rilancio, il comparto industriale segna un incremento considerevole grazie all'aumento dei tassi sull'export di beni intermedi e beni di investimento. In generale l'export italiano attraversa una fase di ripresa segnando un tasso di crescita medio del 5,4%, in aumento rispetto al tasso di crescita previsto prima del covid. Sace prevede che il trend positivo di lungo periodo segnerà un +4,0% nel biennio 2022-2024.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

L'Italia sta assumendo un ruolo guida nella modellizzazione degli eventi meteorologici e della capacità di mitigarne l'impatto, con il lancio del primo indice europeo per monitorare l'impatto finanziario del rischio climatico e il rilascio di uno studio di punta sull'effetto del cambiamento climatico sulle precipitazioni convettive, utilizzando modelli ad alta risoluzione.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

"La natura mutevole della geopolitica rappresenta una sfida significativa per un settore tradizionalmente associato alla protezione delle risorse fisiche. Gli assicuratori devono innovare per salvaguardare le dipendenze e le complesse pratiche operative che sono alla base del commercio globale da una serie di rischi geopolitici mentre si intersecano con la tecnologia, l'opinione pubblica, i cambiamenti climatici e altri fattori". Quale impatto hanno i rischi geopolitici sulle azienze e come prevenirli? La guida di Lloyd's per assicurarsi al meglio.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Le devastanti inondazioni in Germania, Belgio, Austria e Paesi Bassi stanno anche ponendo nuove esigenze alla gestione del rischio per le aziende al di fuori delle zone di alluvione designate. Thomas Heintz, risk engineer presso Allianz Global Corporate & Specialty (AGCS), sostiene un piano di emergenza di base e spiega quali misure dovrebbero essere prese in considerazione durante la ricostruzione: nuovi requisiti per la gestione del rischio!

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ogni volta che i giornali sottolineano quanta incertezza ci sia nel nostro quotidiano, il pensiero va a tutte le persone che combattono per difendere i propri sogni, progetti di vita e attività. A prescindere, infatti, dalle dimensioni delle aziende o dal settore in cui operano, non sorprende che la Business Interruption sia uno dei rischi più temuti da chi possiede un’attività commerciale.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il report di Roland Italia, compagnia assicurativa tedesca specializzata nella Tutela Legale, effettuato a febbraio 2021, mostra le prestazioni economiche dei settori dell'economia italiana nel 2020, anno scosso fortemente dalla crisi del Covid-19. Il settore assicurativo ha risposto in maniera soddisfacente e ha mantenuto i suoi standard in un ventaglio molto eterogeneo di risultati aziendali.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La nuova legge sulla crisi d’impresa inasprisce la posizione degli amministratori: ora è diventato molto più probabile che sia loro contestato un illecito di natura dolosa. Attentione quindi alle polizze assicurative, nello specifico la polizza D&O, che in tal caso NON si attiverà! Come fare?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Professionisti non iscritti ad un albo e Società che operano nei settori marketing, comunicazione, pubblicità, organizzazione di eventi, informatico, ingegneria dell'informazione, web designer, consulenza aziendale? C'è DUAL Professioni, la nuova polizza di Responsabilità Civile Professionale con massimali fino a 3 milioni di euro.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Grazie ad un nuovo portale abbiamo reso disponibile al pubblico la possibilità di preventivare in autonomia tutte le polizze di RC Professionale con Compagnia Lloyd's. Il preventivo lo fai tu, noi controlliamo che sia tutto a posto e te lo inviamo. Naturalmente su questo preventivatore non sono inserite tutte le soluzioni che abbiamo a disposizione: se hai esigenze particolari non esitare a contattarci.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il "tecnico abilitato" attesta che gli interventi sono rispondenti all’allegato A del Decreto Requisiti Ecobonus; contestualmente dichiara gli estremi della sua polizza di RC Professionale: Compagnia (autorizzata ad operare in Italia), Numero di polizza, Scadenza e Massimale, che deve essere adeguato al numero delle attestazioni rilasciate e agli importi degli interventi, con un minimo di 500.000€. La domanda è: se tale dichiarazione fosse ..."inesatta", cosa può accadere al contribuente per quanto riguarda i suoi benefici fiscali previsti dal Decreto Rilancio?