30
Sab, Mag

feed-image

Emergenza Coronavirus: ma la RCA è da pagare?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Un chiarimento relativamente al “congelamento” del pagamento dei premi assicurativi della Rc Auto (auto e moto) di cui si era parlato nelle scorse settimane: ma com'è che funziona?

La RCA la pago o non la pago?

20/03/2020

D. ho sentito dire che per aiutare le persone in questa situazione ci sarebbe stata la sospensione del pagamento delle polizze assicurative. Ho letto diverse notizie ma non ho capito bene.

In effetti si è parlato molto di questa cosa, inizialmente legata alle "zone rosse" ma la diffusione del virus si è molto estesa in tutto il Paese ed alla fine questa opzione è stata stralciata nel decreto a favore di una versione che consente agli assicurati di poter disporre di più tempo per il rinnovo.

La polizza andrà comunque pagata ma...

L'articolo 125 del decreto Cura Italia precisa che NON è prevista alcuna sospensione del pagamento dei premi Rc auto e moto; bensì, per tutte le polizze in scadenza fino alla data del 31 luglio 2020, si allunga da 15 a 30 giorni il periodo entro cui l'impresa di assicurazione è tenuta a mantenere operante la garanzia prestata con il contratto assicurativo fino all'effetto della nuova polizza.

Questa norma riguarda tutto il territorio nazionale.

Vi preghiamo di porre la vostra ATTENZIONE a:

  1. Sono escluse le polizze con scadenza antecedente al 17 Marzo.
  2. La norma si riferisce esclusivamente (*) alle polizze in scadenza e non alle rate intermedie, pertanto se, ad esempio vi sta scadendo la rata semestrale, dovete pagarla entro 15 gg.
  3. In alcuni casi i "30 giorni" potrebbero essere validi per la SOLA copertura RC obbligatoria e non per le eventuali garanzie aggiuntive (es. Furto e incendio, assistenza legale, Infortuni conducente...).
    In genere le principali Compagnie "tradizionali" come ad esempio Allianz, Cattolica, Helvetia, Generali, Reale Mutua, Unipolsai... che Pico Adviser utilizza per i propri clienti hanno incluso da tempo (specificandolo nel contratto) questa estensione, è bene però sempre verificare sul contratto (in caso di dubbi potete rivolgervi ai nostri uffici cliccando QUI).
  4. Le polizze a copertura di garanzie aggiuntive (es. tutela legale da circolazione abbinate ad un veicolo), stipulate con una compagnia DIVERSA da quella della RC (ci sono validi motivi per farlo se vuoi conoscerli clicca QUI), non estendono la copertura altre i 15 gg. come prevede invece il decreto.

(*) Alcune Compagnie lo estendono anche alle rate intermedie - Allianz ad esempio ha comunicato sia di aver esteso tale disposizione anche alle scadenze di rata intermedie, sia alle coperture ARD già in vigore su medesimo contratto su cui è attiva la garanzia RCA.

16/4/2020 - Guarda la nuova iniziativa di UnipolSai #UnMesePerTe che ti sconta un mese di RCA#UnMesePerTe che ti sconta un mese di RCA

20/4/2020 - Leggi il nostro nuovo articolo sulla possibilità di Sospensione RCA

Sinistri RCA

D. Cosa succede se ho cambiato compagnia durante questi 30 giorni e per caso sono coinvolto in un incidente?

Eventuali sinistri che dovessero accadere nel periodo compreso fra la scadenza della vecchia copertura e l'attivazione della nuova, purché occorsi entro 30 giorni dalla scadenza della vecchia copertura, saranno a carico della prima compagnia.

ALTRE POLIZZE

D. Ok, questo per la RCA ma è stato stabilito qualcosa di simile per le altre polizze che posseggo?

Relativamente ai rami assicurativi diversi dalla RC Auto, sono in atto diverse iniziative da parte delle Compagnie, nete inizialmente per le cosiddette “zone rosse” ma poi di fatto estese a tutta Italia. In linea di principio, dato che le altre polizze (con rinnovo tacito) hanno generalmente 30 giorni di tempo per pagare il rinnovo, viene esteso, similmente alla RCA, il periodo da 30 a 60 giorni dopo la scadenza, ma ogni Compagnia ha deliberato cose un po' diverse e riportare qui tutto non è possibile e nemmeno utile.

I nostri clienti ovviamente riceveranno direttamente la relativa comunicazione secondo le scadenze naturali delle loro coperture.


PICO

Vi ricordiamo che in ottemperanza alla disposizioni governative per contenere la diffusione del virus Pico è operativo in Smart Working e fin quando sarà possibile garantirà una presenza in ufficio. Qualora non vi rispondessimo al telefono inviateci una email.

NOTA BENE: PER URGENZE NON SCRIVETE SOLO AGLI INDIRIZZI PERSONALI MA SEMPRE ANCHE A QUESTI INDIRIZZI CHE SONO LETTI DA PIU' PERSONE E GARANTISCONO QUINDI UNA PRONTA RISPOSTA

Restiamo tutti a casa! E’ la comprovata arma vincente per debellare il virus.

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.