10
Ven, Apr

Dichiarazione redditi 2015: quali assicurazioni detrarre?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nella dichiarazione dei redditi in scadenza il 16 giugno 2015 è possibile detrarre il 19% dei premi di assicurazione fino ad un massimo di spesa di 1.291,14 euro ma... non per tutte le polizze.

Dichiarazione redditi 2015: le assicurazioni da detrarre.

Nella dichiarazione dei redditi in scadenza il 16 giugno è possibile detrarre il 19% dei premi di assicurazione versati nel 2015 fino a 1.291,14 euro ma... non per tutte le polizze.

Riportiamo parte dell'articolo di Alessandro Lazzari "È tempo di detrazioni fiscali" pubblicato sul portale ASSINEWS (link in fondo) che tratta con precisione il tema delle detrazioni nella dichiarazione dei redditi.

"Nella compilazione della dichiarazione dei redditi 730 o modello unico in scadenza nei prossimi giorni (termine ordinario il 16 giugno prossimo è il giorno del versamento) è possibile portare in detrazione e risparmiare imposte scaricando i premi di assicurazione versati lo scorso anno (2015) e per i quali sarà possibile detrarre il 19% fino ad un massimo di spesa di 1.291,14 euro, ma non per tutte le assicurazioni.

Infatti dovremmo distinguere i contratti di assicurazione stipulati sino al 31 dicembre 2000 sulla vita e contro gli infortuni da quelli stipulati o rinnovati dal primo gennaio 2001, che hanno ad oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente che preveda un indice di invalidità superiore al 5% o di non autosufficienza nel compimento degli atti quotidiani (L.T.C.).

Il D.L. 31 agosto 2013, n. 102 ha modificato il previgente regime fiscale di detrazione sui premi pagati per assicurazioni su vita e infortuni intervenendo sulle assicurazioni contro il rischio di morte e di invalidità permanente e contro il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana, ossia le “Long term care”, disciplinando che le soglie massime di detrazione sono pari:

  • per il 2013: euro 630;
  • per il 2014 e annualità successive: euro 530 e di euro 1.291,14 per le polizze LTC.

Per i premi relativi a polizze infortuni, morte o invalidità permanente o per la polizza LCT, sono previsti due limiti di detraibilità:

  • i premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente non inferiore al 5 per cento sono detraibili per un importo non superiore a 530,00 euro;
  • i premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana sono detraibili per un importo non superiore a euro 1.291,14 al netto dei premi aventi per oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente.

In buona sostanza, in presenza di entrambe le polizze si deve utilizzare:

  • per prima, la detrazione relativa ai premi versati per le polizze vita, infortuni, morte o invalidità permanente (sempre con il massimo di euro 530,00);
  • successivamente, la detrazione relativa ai premi versati per la polizza LTC.

In ogni caso, le detrazioni nel loro complesso non potranno comunque superare euro 1.291,14 (facendo sempre riferimento al 19% degli importi indicati)."

Per leggere l'articolo completo di Alessandro Lazzari "È tempo di detrazioni fiscali" Clicca qui -> ASSINEWS - Alessandro Lazzari
Nota: potrebbe esser un contenuto a pagamento.

Ne vuoi sapere di più?
Compila il form di contatto CLICCANDO QUI per essere ricontattato da un nostro incaricato.

 

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.