Le prospettive per il trasporto merci su strada - report Credendo

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il nuovo report di Credendo analizza la situazione e le prospettive per il nuovo anno del settore europeo del trasporto merci su strada. Pur essendo prevista una ripresa nel 2021, è improbabile che il settore recuperi le perdite del 2020. Nel medio-lungo termine, il settore nei Paesi europei sarà sempre più vincolato dalla regolamentazione ambientale rappresentando costi aggiuntivi per il settore.

Un 2020 di contrazioni

Come molti settori anche quello del trasporto merci su strada ha subito un forte impatto negativo dall'epidemia di Covid-19, a livello globale e in particolare in Europa. Credendo fa riferimento nel suo report alle analisi Ti Insight (Transport Intelligence uno dei maggiori provider di ricerce e analisi dedicate al settore dei trasposrti e della logistica) secondo cui questo settore si è contratto del 6,8% nel 2020 in termini reali (mantenendo costanti prezzi e tassi di cambio) e dell'8,3% in termini nominali (mantenendo costanti solo i tassi di cambio).

La maggiore perturbazione si è verificata durante la prima ondata di pandemia in primavera, ma il settore si è in qualche modo ripreso in estate con la revoca delle chiusure delle frontiere e il ritorno delle attività economiche e dei consumi delle famiglie. Tuttavia, la stessa fonte riferisce che ciò è stato di breve durata poiché il virus si è diffuso per la seconda volta e molti Paesi della regione sono stati costretti ad attuare nuove linee guida, chiudendo in autunno parzialmente le economie ancora una volta.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

Costi in aumento e prezzi al ribasso

Per quanto riguarda le singole voci di bilancio per le società di trasporto l'effetto complessivo della pandemia è stato quello di spingere i prezzi della loro offerta a ribasso: lo shock economico e il calo della domanda hanno portato i vettori a offrire prezzi inferiori. L'impatto dei prezzi più bassi può essere osservato nei risultati finanziari delle società di logistica nei primi nove mesi del 2020, dove, ad esempio, DHL Freight ha visto un calo dei ricavi dell'8,7% nonostante i volumi siano scesi solo del 0,9%.

Le tariffe di nolo inferiori sono state in parte compensate in profitti da prezzi inferiori del diesel, in particolare nella prima metà dell'anno. Un aspetto negativo per i trasportatori è stato la lentezza di passaggio alle frontiere dovuto ai controlli più accurati legati al covid, un problema particolare che causa code e ritardi significativi per i camion e quindi spese superiori.

Prospettive di settore

A breve termine, fino a quando il vaccino non sarà stato ampiamente somministrato, le prospettive rimarranno fortemente legate all'evoluzione della pandemia, alla preoccupazione per le nuove varianti e alle possibili ulteriori misure di blocco. Pur essendo prevista una ripresa nel 2021, è improbabile che il settore recuperi i volumi di vendita persi nel 2020. I prezzi del diesel, che sono un importante motore della salute del settore, dovrebbero rimanere piuttosto bassi finché la pandemia è in atto, il che è positivo per il settore, anche se dovrebbero essere in media un po' più alti del prezzo medio dell'anno scorso. 

Le società di logistica che trattano con il Regno Unito dovranno ovviamente adeguarsi e sostenere i costi della Brexit consistenti principalmente in un onere amministrativo più pesante, anche se l'accordo concordato tra l'UE e il Regno Unito riconosce la validità delle reciproche licenze e permessi. 

Nel medio-lungo termine, il settore nei Paesi europei sarà sempre più vincolato dalla regolamentazione ambientale. Vari strumenti potrebbero essere utilizzati in futuro per imporre un settore del trasporto stradale più pulito, rappresentando costi aggiuntivi per il settore.

Per visualizzare il nuovo Report di Credendo CLICCA QUI

Fonte: Credendo

Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?
Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una prevalutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.