Atradius, previsioni insolvenza globale post-pandemia: in aumento nel 2020

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il nuovo report Atradius riporta le previsioni per l’anno 2020 e 2021 sull’andamento delle insolvenze aziendali a livello mondiale. Lo studio registra un aumento delle insolvenze del 26%, nel 2020, in virtù della pandemia COVID-19 e della relativa recessione economica mondiale mentre il 2021 sarà un anno di ripresa del PIL in tutti i Paesi del mondo con la disponibilità di un vaccino contro il COVID-19.

Recessione economica da Covid-19: proiezioni per il 2020-2021

Diminuzione delle insolvenze nella prima metà del 2020

I dati Atradius relativi all’insolvenza, registrati nella prima metà del 2020, mostrano un andamento decrescente dovuto principalmente a due tipi di politiche.

  • Modifiche al regime di insolvenza

Alcuni Paesi, tra cui l’Italia, hanno adottato leggi che congelano temporaneamente le procedure di insolvenza o dichiarano inammissibili i fallimenti. Altri, come l'Australia, hanno, invece, aumentato la soglia del debito per le società da dichiarare fallite. Il carattere di queste misure è però temporaneo, con scadenza prevista tra Maggio e Dicembre 2020.

  • Misure fiscali

Misure volte a dare respiro alle imprese dopo che la loro posizione di liquidità è stata messa sotto pressione da un calo delle entrate. Alcuni Paesi come la Germania e Giappone hanno adottato misure a breve termine come la spesa diretta e l’agevolazione fiscale mentre altri, tra cui l’Italia, si sono concentrati sulle misure di assistenza sociale. Esse risultano poco efficaci nel lungo termine, in quanto pesano fortemente sul bilancio pubblico.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

Picco di insolvenze nella seconda metà del 2020

In controtendenza con la prima parte del 2020, Atradius prevede un aumento delle insolvenze globali nella seconda metà di quest’anno. Tale previsione si basa sulla ipotesi di una graduale eliminazione delle misure di stimolo fiscale e di una riapertura dei tribunali e dei procedimenti fallimentari.

L'aumento più basso delle insolvenze si riscontra in Europa, dove per i Paesi come Germania, Francia ed Italia è previsto un aumento delle insolvenze dal 6 al 20%. La contrazione economica in questi Paesi è generalmente inferiore e la loro economia ha una minore reattività delle insolvenze rispetto al PIL. Al contrario, nei Paesi come gli Stati Uniti, le proiezioni per la seconda meta’ del 2020 indicano un forte aumento delle insolvenze, spiegato in particolare da una forte contrazione economica.

Che scenario economico riserva il 2021?

Secondo Atradius il 2021 sarà un anno di ripresa del PIL in tutti i Paesi del mondo. Le previsioni presuppongono un allentamento graduale delle misure di blocco globale ed una ripresa economica sollecitata anche dalla disponibilità di un vaccino contro il COVID-19. Di conseguenza, la politica monetaria e fiscale potrebbe essere inasprita a partire dal 2021.

In tale quadro i Paesi dell' Europa meridionale, tra cui Grecia, Italia a Portogallo, dovrebbero registrare il più forte declino delle insolvenze aziendali, beneficiando di una ripresa economica relativamente forte.

Ciononostante, la registrazione di nuovi casi di COVID-19 nel Luglio 2020 e la rinnovata introduzione di misure di distanziamento sociale rendono tale ripresa economica incerta.

Al riguardo, sarebbe previsto un tasso di insolvenza più alto, seppur contenuto, in quei Paesi come Spagna, Australia e Francia, con un ritardo nelle registrazioni causato dalla sospensione temporanea delle procedure giudiziarie nel 2020.

 

In approfondimento allo studio condotto da Atradius, si evidenziano le previsioni Coface sui fallimenti aziendali negli Stati Uniti nel periodo post-pandemia. In questo articolo, Coface riporta una possibile riduzione del PIL statunitense del 5,6% ed un conseguente aumento delle insolvenze aziendali. 

In linea con quanto predetto da Atradius, Coface individua, anche per gli Stati Uniti, un apparente calo delle insolvenze nel primo semestre del 2020, al quale ne potrebbe seguire un repentino aumento. L' incremento totale dei fallimenti aziendali è stimato intorno al 43% tra fine 2019 e fine 2021.

 
Fonte: Atradius
Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?
Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una prevalutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.