Coface: insolvenze e fallimenti in aumento negli Stati Uniti

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Coface prevede un impatto significativo dell’epidemia COVID-19 sull'economia degli Stati Uniti. Le stime ravvisano un calo del PIL del 5,6% nel 2020 ed un conseguente aumento delle insolvenze aziendali.

Insolvenze e fallimenti in USA

In concomitanza della recessione economica globale causata dall’epidemia COVID-19, le previsioni effettuate da Coface riportano una contrazione del PIL statunitense del 5,6% nel 2020 ed una possibile ripresa del 3,3% nel 2021. Questa previsione è minacciata dal ritorno della pandemia in numerosi Paesi, la cui la ripresa delle attività, successiva al blocco di Marzo e Aprile, potrebbe nuovamente arrestarsi.

Calo apparente dei fallimenti aziendali

I dati risalenti ad inizio 2020 riportano una contrazione dei fallimenti aziendali negli Stati Uniti che, secondo Coface, sarebbe motivata dalle misure volte a sostenere il flusso di cassa delle imprese e dalla chiusura delle procedure e dei tribunali fallimentari a causa del lockdown.

Ciononostante, data l’entità della pandemia e la progressiva sospensione di tali misure, Coface prevede che le insolvenze d’impresa negli Stati Uniti subiranno un’accelerazione.

Al riguardo è osservato un duplice trend nell'evoluzione delle insolvenze aziendali.

  • Dall’inizio della crisi i fallimenti d’impresa sono diminuiti, spinti da un calo significativo delle insolvenze ai sensi del capitolo VII del codice fallimentare statunitense in materia di liquidazione.
  • Il numero di imprese che fanno appello alla protezione del capitolo XI in materia di ristrutturazione, è in forte crescita (+48% su base annua a Maggio) e ciò evidenzia che i fallimenti sono già molto presenti.

Coface prevede una ripresa dei fallimenti dal secondo semestre 2020, con un aumento del 43% tra la fine del 2019 e la fine del 2021.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

Fallimenti e "zombificazione"

Le stime di Coface evidenziano una inversione nel trend di crescita cha ha caratterizzato le imprese “zombie” nel 2019 ed un aumento dell'indebitamento aziendale.

Nei prossimi mesi, infatti, potremmo assistere al fallimento di numerose imprese ''zombie'', nonchè ad un generale aggravamento dei bilanci aziendali e della minaccia di vedere moltiplicarsi le imprese in rotta di fallimento.

A sostegno delle previsioni di Coface, si evidenzia il recente studio di Atradius sull'insolvenza globale post-pandemia. In questo articolo anche Atradius riporta un possibile aumento delle insolvenze aziendali globali del 26% nel 2020. Ad una prima metà del 2020 caratterizzata dalla dimunzione delle insolvenze aziendali, infatti, potrebbe far seguito un picco di insolvenze nella seconda metà, dove a risentirne in maniera più significativa sarebbero proprio gli Stati Uniti, minacciati da una forte contrazione economica. Secondo Atradius, la graduale eliminazione delle misure di stimolo fiscale e la riapertura dei tribunali e dei procedimenti fallimentari sarebbero le cause principali di tale peggioramento.

Clicca QUI per visualizzare il report Coface

Fonte:COFACE
 
Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?
Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una valutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.