04
Gio, Giu

feed-image

Il Rischio Politico

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Le aziende che esportano sono potenzialmente soggette a perdite finanziarie legate all'incertezza del Paese in cui operano: nel calcolo del "Rischio Paese" una componente spesso molto rilevante è il Rischio Politico. Ogni Compagnia che assicura le transazioni commerciali delle aziende utilizza nelle proprie polizze definizioni diverse: la copertura può quindi essere anche molto differente.

I Rischi delle Aziende

Le aziende che operano nei mercati in via di sviluppo ed economie emergenti sono potenzialmente soggette a perdite finanziarie causate da vari eventi legati al Paese specifico. La valutazione quantitativa e qualitativa accurata di tali incertezze si riconduce al calcolo dell'Indice di "Rischio Paese", che considera sia le variabili economiche del Paese, sia tutta quella gamma di eventi non economici di grande impatto legati a fattori politici come conflitti, cambi di direzione delle politiche economiche, mutamenti istituzionali ed atti unilaterali dei governi.

Il rischio di mancato pagamento legato all'esportazione può quindi essere dovuto all'insolvenza del cliente e/o a fattori di tipo politico, come ad esempio il pagamento in una valuta non accettabile o un embargo. Diversi invece sono i rischi per le aziende che operano direttamente, con sedi ed impianti propri, in altri Paesi: qui il rischio politico può determinare situazioni molto gravi come la confisca dei beni aziendali (mobili e immobili), l'impossibilità a trasferire fondi (es. profitti, dividendi, pagamenti dall’estero), danni alle proprietà, restrizioni sull’import-export, terrorismo ed infine, ancora, mancati pagamenti o pagamenti in una valuta non accettabile.

Se l'azienda che si "limita" all'export corre dunque minori rischi, potrebbe però essere maggiormente esposta al rischio di fallimento: il "classico" esportatore italiano è una PMI, che non sempre dispone di abbondante liquidità ed in caso di mancati pagamenti o anche quando la dilazione del pagamento diventi eccessiva per un fattore politico (vedi Algeria che nel 2019 ha deliberato di spostare i pagamenti di 9 o 12 mesi), potrebbe generarsi una crisi finanziaria dell'azienda, specialmente se non si è tutelata correttamente dai rischi di credito.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

Il Rischio Paese

Una definizione univoca di "Rischio Paese" manca ancora oggi, a causa della varietà di fonti informative che si occupano di tale problema e degli importanti effetti che produce sui differenti tipi di investimento e, soprattutto, sulle scelte degli investitori nei vari Paesi del mondo.

Se si può affermare che "Rischio Paese" è il termine utilizzato per indicare l'indice volto a valutare il grado di dispersione del rendimento effettivo attorno al valore atteso, nel pratico, si osserva però come gli investitori si preoccupino in realtà di misurare la probabilità per cui il rendimento effettivo risulti essere inferiore all’obiettivo prefissato. Quali sono, dunque, le variabili riconducibili al Paese in cui il debitore è residente, che potrebbero potenzialmente portare alla perdita di un prestito internazionale? Si tratta di eventi di natura politica, economica, sociale e legislativa che necessitano di essere equamente presi in considerazione.

È bene sottolineare infine come tutti oggi siano concordi che non esistono Paesi privi di rischio, in quanto anche i Paesi economicamente più avanzati evidenziano un proprio livello di rischiosità.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

Rischio Politico

Il Rischio Politico è quindi l'insieme di eventi di natura non economica derivanti da conflitti, atti unilaterali dei governi, sanzioni. Viene calcolato prendendo in considerazione diversi fattori:

  • Cause interne (frazionamento del sistema politico e del potere, frazionamento del linguaggio, etnico e religioso, condizioni sociali, ecc.).
  • Cause esterne (dipendenza e/o importanza da un potere ostile maggiore, influenze negative delle forze politiche regionali).
  • Cause sintomatiche (conflitti sociali come scioperi, dimostrazioni e violenze in piazza).

Per quantificare il grado di Rischio vengono utilizzate le variabili sopra elencate, tuttavia ogni Compagnia assicurativa che assicura le transazioni commerciali propone piani di copertura del Rischio Politico differenti, alcuni più fedeli alla definizione, altri includendo eventi di natura diversa come ad ad esempio le catastrofi naturali.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

Le definizioni (*) di Rischio Politico delle Compagnie

(*) Si riportano qui le definizioni standard reperite nei glossari delle polizze credito - Attenzione: potrebbero subire aggiornamenti. A seguito del verificarsi di una di queste condizioni la compagnia riconosce il rischio politico e rimborsa l'assicurato (ovviamente è da valutare caso per caso!).

ATRADIUS

  • Moratoria: moratoria generale decretata dal Governo dello Stato di un Cliente.
  • Ritardi nel trasferimento dei pagamenti: avvenimenti politici, difficoltà economiche, svalutazioni della moneta o misure legislative o amministrative adottate nello Stato di un Cliente che impediscano o ritardino il trasferimento all’Assicurato di fondi (che siano stati) depositati dal Cliente per il pagamento di importi dovuti. Tale Evento Dannoso è oggetto di Copertura Assicurativa esclusivamente se il Cliente  ha depositato quanto dovuto entro sei mesi dalla scadenza originaria della fattura oggetto del pagamento.
  • Estinzione del Debito: l’operatività di una legge nello Stato del Cliente che comporti la valida estinzione del debito, benché a causa di eventuali oscillazioni del corso dei cambi, le somme versate dal Cliente, una volta convertite nella valuta contrattualmente stabilita, risultino, alla data di trasferimento dell’importo a favore dell’Assicurato, inferiori rispetto all’Ammontare del credito.
  • Guerra: lo stato di guerra (incluse guerra civile, conflitti, ribellione e insurrezione), rivoluzione o guerriglia nel Paese di residenza di un Cliente. Ai termini della presente Polizza non sarà oggetto di Copertura qualunque Perdita derivante direttamente o indirettamente da guerra (sia precedentemente che successivamente alla scoppio dei conflitti) tra i seguenti Paesi: Cina, Francia, Regno Unito, Federazione Russa, Stati Uniti d’America.
  • Catastrofi naturali: cicloni, inondazioni, terremoti, eruzioni vulcaniche o maremoti o qualunque altra forma di catastrofe naturale nello Stato di un Cliente.
  • Impossibilità di esecuzione di un Contratto: una decisione o una misura adottata dal Governo di uno Stato estero che impedisca in tutto o in parte l’esecuzione di un Contratto.
  • Sospensione della licenza di esportazione: la sospensione o il mancato rinnovo della licenza di esportazione o l’introduzione di una legge nello Stato dell’Assicurato che proibisca o limiti l’esportazione della merce.
  • Inadempimento da parte di un Cliente Pubblico: il rifiuto o la mancanza da parte di un Cliente Pubblico di adempiere agli obblighi contrattuali. Tale perdita è oggetto di Copertura Assicurativa esclusivamente se sulla Delibera di Limite di Credito viene indicato che il Cliente in questione è Pubblico.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

COFACE

  • Guerra tra il Paese dell'Assicurato e il Paese dell'Acquirente.
  • Rivolte, guerre civili, atti di ribellione, terrorismo, rivoluzioni o eventi analoghi.
  • Una qualsiasi misura legislativa del Paese dell’Assicurato che individui restrizioni per l'esportazione.
  • Una qualsiasi misura governativa che impedisca l'importazione, il trasferimento o il pagamento o esenti l'acquirente dal pagamento.
  • Oscillazioni o svalutazioni monetarie.
  • Disastri naturali quali, a titolo di esempio e non esaustivamente, eruzioni vulcaniche, terremoti, maremoti, tifoni, inondazioni.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

CREDENDO

Gli eventi politici e affini includono tutti quegli eventi che per gli assicurati o i debitori rappresentano un caso di forza maggiore, quali:

  • Mancanza di valute estere.
  • Disordini politici quali guerre.
  • Rivoluzioni o rivolte.
  • Disastri naturali.
  • Azioni arbitrarie da parte del governo.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

EULER HERMES

  • Impossibilità per l’Assicurato di ottenere il pagamento del credito assicurato:
    • a causa del verificarsi nel Paese del Cliente, alla scadenza del credito assicurato, di guerra, dichiarata o no (a eccezione delle ipotesi che vedano opposti anche due dei seguenti Paesi: Repubblica Popolare Cinese, Francia, Federazione Russa, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Stati Uniti d’America), guerra civile, ostilità, ribellione, insurrezione, rivoluzione, sommosse;
    • per la promulgazione di una legge (o normativa avente forza di legge) che vieti:
      • l’importazione di merci (o la prestazione di servizi), cui il contratto si riferisce, nel Paese del Cliente;
      • l’esportazione di merci (o la prestazione di servizi), cui il contratto si riferisce, dal Paese dell’Assicurato o da qualsiasi altro Paese terzo;
  • Mancato trasferimento di valuta, che si intende verificato quando un atto del governo, disposizione di legge o altri avvenimenti nel Paese del Cliente ostacolano, limitano o ritardano direttamente il pagamento del credito assicurato (al di fuori del Paese del Cliente).
  • Promulgazione di un decreto da parte del governo del Paese del Cliente che esoneri quest’ultimo dal pagamento della differenza tra il valore del deposito effettuato in valuta locale, al giorno del deposito o del compimento delle formalità di trasferimento, e l’importo indicato originariamente in fattura.
  • Qualsiasi altra azione o decisione del governo di un Paese che impedisca direttamente il pagamento del credito assicurato.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

SACE  BT

  • Decisione di un paese estero, intendendosi con tale locuzione ogni atto, comportamento o decisione del governo di un paese diverso dalla Repubblica Italiana, compresi atti, comportamenti o decisioni di enti pubblici equiparati ad interventi del governo, che ostacolino l’esecuzione del Contratto.
  • Moratoria generale disposta dal governo del paese del Debitore, o da quello di un eventuale paese terzo per il cui tramite dovesse essere effettuato il pagamento a norma del Contratto.
  • Mancato trasferimento valutario causato da eventi politici o problemi economici sopraggiunti fuori dalla Repubblica Italiana, oppure da disposizioni legislative o amministrative adottate all’estero che impediscano o ritardino il trasferimento delle somme versate a norma del Contratto.
  • Disposizioni legali adottate nel paese del Debitore che conferiscano efficacia liberatoria ai versamenti effettuati dai debitori del paese stesso anche se tali versamenti, convertiti nella valuta del Contratto, non raggiungono più, a causa delle fluttuazioni dei tassi di Cambio, l’importo del debito al momento del trasferimento.
  • Decisioni della Repubblica Italiana o di Organismi Internazionali (Unione Europea, Organizzazione delle Nazioni Unite etc.) concernenti gli scambi commerciali tra uno Stato membro e Paesi terzi, sempre che il Governo Italiano non si faccia carico dei relativi effetti che ostacolino l’esecuzione del Contratto.
  • Circostanze di forza maggiore che si verifichino fuori dalla Repubblica Italiana, quali guerra (fatta eccezione per atti di guerra intervenuti tra almeno due dei seguenti Paesi: Cina, Francia, Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord, Russia, Stati Uniti d’America), guerra civile, rivoluzione, sommossa, tumulti civili, sabotaggio (eccetto che per atti derivanti da attentati terroristici), ciclone, inondazione, terremoto, eruzione vulcanica, maremoto, purché i relativi effetti non siano altrimenti assicurati.

Meglio assicurarsi!

E' sempre consigliabile proteggere il rischio credito della propria azienda: per farlo nel miglior modo e per esser sicuri di ottenere la migliore copertura, personalizzata in base alle proprie reali esigenze (es. mercati in cui si opera, dilazioni concesse, tipologia di merci...) occorre rivolgersi ad un broker specializzato in questo settore come Pico Adviser!

Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?
Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una valutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.