Coface: nuovo Report insolvenze Francia

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Coface riporta per il primo quadrimestre del 2019 un leggero aumento delle insolvenze (18.227 casi) in Francia. Se a gennaio le imprese entrate in procedura fallimentare sono aumentate del 9,3%, lo scemare dei "gilet gialli" e la resilienza dell'economia, a marzo ed aprile hanno influenzato positivamente lo stato di salute delle imprese francesi ed il dato totale rispetto all'anno precedente è stato solo +0,8%.

In Francia le microimprese nel mirino

L'aumento del numero di nuove imprese avutosi nei primi 4 mesi del 2019 (+19,5%) secondo Coface avrà un impatto rilevante sul numero delle insolvenze future: la statistica evidenzia infatti che il 50% delle imprese non sarà più attivo dopo 5 anni dalla creazione.

Le microimprese hanno risentito pesantemente del rallentamento economico: quelle con un fatturato inferiore a 250.000 € (che sono l'83% fra quelle fallite) hanno registrato un aumento del 2% del numero di insolvenze durante l'ultimo anno. Tutte le altre classi di imprese (per fatturato) hanno viceversa visto il numero in diminuzione, ad eccezione delle aziende oltre 10 milioni, per le quali è rimasto invariato il numero di insolvenze. Ciò ha fatto sì, che, nonostante l'aumento degli insolventi, il costo finanziario medio di un default sia diminuito negli ultimi 12 mesi (da 64.000 a 60.300 €).

Analisi per settore

Malgrado le misure governative, i settori dipendenti dal consumo delle famiglie sono quelli maggiormente toccati dall'incremento delle insolvenze, in particolare le imprese di servizi personali e quelle della distribuzione (commercio non specializzato). La riluttanza dei consumatori francesi nel fare acquisti importanti si riflette nella crisi del settore automobilistico, così come un grande aumento di defaults si registra nel settore dei trasporti (+9,9%), con percentuali ancora più alte nella regione del Île de France. Nei primi mesi del 2019 l'industria dell'edilizia e quella agroalimentare hanno invece sperimentato un minor numero di insolvenze.

Vuoi proteggere la tua azienda dal rischio credito? CLICCA QUI

Nonostante la resilienza dell'economia francese, Coface prevede un'incremento del numero di imprese insolventi dell'1,7% per l'intero 2019, in un scenario internazionale poco favorevole e con forti vincoli di offerta.

Meglio assicurarsi!

E' sempre consigliabile proteggere il rischio credito della propria azienda: per farlo nel miglior modo e per esser sicuri di ottenere la migliore copertura, personalizzata in base alle proprie reali esigenze (es. mercati in cui si opera, dilazioni concesse, tipologia di merci...) occorre rivolgersi ad un broker specializzato in questo settore come Pico Adviser!

Clicca QUI per visualizzare il Report Coface

Fonte: COFACE
Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?
Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una valutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.