Atradius: Report beni di consumo durevoli Italia 2019

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Atradius pubblica l'annuale Market Monitor sulle vendite al dettaglio dei beni durevoli in Italia. L'Analisi evidenzia che sono bastati poco più di vent'anni per stravolgere questo mercato. Se un tempo il successo si misurava nel numero delle vetrine e nell'estensione dei punti vendita, oggi è vero il contrario. Già lo scorso anno Atradius prevedeva un'ulteriore riduzione dei margini di profitto dei rivenditori (che erano già peggiorati nel 2017) e si attestava su una posizione di prudenza verso questo settore.

Il tramonto della vendita al dettaglio e l'alba del business online.

Atradius ha pubblicato il Market monitor annuale sulle vendite al dettaglio dei beni durevoli di consumo per il 2019 che si attiene ai dati osservati nel 2018. Secondo Atradius è sufficiente osservare l'andamento del mercato per comprendere che i rivenditori oggi non hanno più scelta: per restare competitivi devono inserirsi nella vendita e-commerce.

La competitività del settore dei beni durevoli di consumo ha estromesso le imprese più deboli con scarsa solidità finanziaria, mentre altre hanno scelto di fondersi per sopravvivere. Il nuovo report di Atradius conferma quindi il protrarsi del processo di concentrazione, considerando anche la particolare struttura dell'economia italiana costituita da piccole e medie imprese, che competono a fatica con i loro omologhi europei che hanno una dimensione media più elevata.

Spesso i piccoli negozianti non hanno la capacità di adeguarsi rapidamente ai nuovi modelli di business imposti dal mercato: il rischio di credito resta una minaccia concreta.

Vuoi sapere come proteggere al meglio i tuoi crediti commerciali? Compila il form di contatto CLICCANDO QUI

Le prospettive per il 2019 si confermano modeste: l'analisi di Atradius osserva che i margini di profitto dei rivenditori si manterranno sottotono, in linea con l'andamento degli ultimi due anni. Se la domanda di elettrodomestici nel 2018 ha registrato un aumento, in controtendenza con le performance di settore registrate nel 2017, la domanda nei settori dell'elettronica di consumo e attrezzature da ufficio si è ridotta.

Il report Atradius prevede una crescita dei consumi privati soltanto dello 0,3%, in linea con il deludente 0,8% registrato nel 2018 che ha ridimensionato le previsioni già molto modeste; la proposta del governo di tagliare lo shopping domenicale, se approvata, inciderebbe ulteriormente sui commercianti. I termini di pagamento in Italia sono in peggioramento rispetto allo scorso anno, attestandosi in media tra 80 e 90 giorni ed i casi di insolvenza sono aumentati, in linea con le previsioni di Atradius dell'anno scorso che prevede un ulteriore peggioramento nel 2019.

Le difficili condizioni di mercato, la forte concorrenza e la diminuzione dei consumi hanno determinato una revisione al ribasso del giudizio di Atradius riguardo la situazione di rischio del settore dei beni durevoli di consumo, portandolo da "Discreto" a "Cupo". A determinare la svalutazione contribuiscono soprattutto i distributori a basso valore aggiunto; i settori degli elettrodomestici e dell'elettronica di consumo si distinguono per la forte presenza di operatori deboli che mostrano problemi di liquidità. In un contesto così instabile il rischio di credito può intaccare anche le realtà più affermate.

Clicca qui per visualizzare il report Atradius

Fonte: Atradius

Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?

Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una prevalutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.

 

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.