TitleDescriptionKeywordsGeneratorRobots

Easy Frontend SEO







Notice: Entered data will also be saved into the core tables!

Sondaggio Roland: risultati del 2020 e aspettative sul 2021

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il report di Roland Italia, compagnia assicurativa tedesca specializzata nella Tutela Legale, effettuato a febbraio 2021, mostra le prestazioni economiche dei settori dell'economia italiana nel 2020, anno scosso fortemente dalla crisi del Covid-19. Il settore assicurativo ha risposto in maniera soddisfacente e ha mantenuto i suoi standard in un ventaglio molto eterogeneo di risultati aziendali.

Sondaggio sugli effetti del Covid-19 nell'economia del 2020

Il 2020 è stato permeato dalla presenza del Covid-19, che in un solo anno ha fatto perdere all'Italia circa 9 punti di PIL. Per capire il reale impatto che il coronavirus ha avuto - e potrà ancora avere - sull’Italia, ROLAND ha chiesto alle società d’intermediazione assicurativa con cui collabora, essendo queste i migliori nonché i primi consulenti per l’analisi e la prevenzione dei rischi dei loro clienti, la loro opinione in merito.

Il 74% dei partecipanti è composto da Broker, mentre il restante 26% è composto da altri soggetti interessati alla tutela legale offerta della compagnia come dirigenti, imprenditori e liberi professionisti.

Dati sulle performance aziendali principali

Dal sondaggio effettuato, durante la pandemia il mondo assicurativo ha avuto risultati positivi in quanto è riuscito ad assistere le imprese:

  • per il 64% in maniera adeguata;
  • per l'11% in maniera eccellente;
  • per il 25% in maniera non appropriata.

Ma il 20% dei casi di Covid ha generato un'azione legale

Nell'81% delle realtà lavorative c'è stato almeno un contagio da SARS-CoV-2: nel 20% dei casi questo è sfociato in un'azione legale ai danni dei responsabili, producendo spese per avvocati e consulenti tecnici.

Inoltre, sono ancora poche le aziende che attraverso strategie ad hoc riescono a far fronte a situazioni d'emergenza come quella avvenuta, sebbene ci sia una migliore cultura assicurativa di base e maggiori tutele rispetto al passato.

Vuoi saperne di più? Compila il form di contatto: CLICCA QUI

I risultati del sondaggio dicono che per il 44% dei clienti dei rispondenti il 2020 è andato meglio del previsto, mentre per il 2021 è più preponderante il pessimismo (38%) rispetto al miglioramento (33%) e alla stazionarietà (29%).

Ben il 33% delle attività clienti degli intermediari assicurativi interpellati nel sondaggio ha dovuto affrontare problematiche a carattere legale (59% di aspetto civile e il 38% di aspetto penale), di cui circa il 60% legate a casi derivanti da Covid.

Successivamente a questo anno difficile è stato registrato che soltanto il 32% delle attività lavorative ha, ad oggi, implementato misure interne per dare una risposta tempestiva ad eventi esogeni imprevedibili come quello che abbiamo vissuto, tipicamente con un diffuso smart working e attraverso l'istituzione di protocolli da seguire in stati emergenziali.

Difficoltosa e incerta è invece la stima per quanto riguarda la questione dei licenziamenti: fra i rispondenti poco meno della metà è concorde nell'affermare che, al termine del blocco, meno del 10% dei clienti compirà dei licenziamenti, mentre l'altra metà dei rispondenti stima un tasso maggiore del 10% (figura sotto):

 Roland 2

 

Il settore più colpito è di sicuro il comparto industriale e soprattutto la parte formata dalle PMI (31%); seguono a pari merito, entrambe al 23%, il settore sanitario e quello che comprende la ristorazione e il turismo.

Un futuro difficle per i non assicurati

A seguito di questo annus horribilis, per il 2021 gli intervistati stimano un forte aumento di azioni legali contro il management e le società, con la pecentuale maggiore inerente alle controversie di lavoro (come mostrato in figura):

 

Roland 1

 

inoltre dà una certa preoccupazione la questione dello sblocco dei licenziamenti del 31 marzo. Al momento, la situazione a livello macro è ancora in uno stato di incertezza: tutti aspettano nuovi risvolti positivi dovuti alla campagna vaccinale e alle misure del nuovo governo Draghi. La tempesta è ancora in atto ma in un clima di reciproco aiuto si possono ottenere risultati inaspettati. 

 

Fonte: Roland Italia

Compila il form di contatto: CLICCA QUI

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.