TitleDescriptionKeywordsGeneratorRobots

Easy Frontend SEO







Notice: Entered data will also be saved into the core tables!

Perché un Broker assicurativo può esser la scelta giusta per te

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Perché un Broker assicurativo può esser la scelta giusta per te! Riportiamo con piacere un breve articolo pubblicato ieri su “The Huffington Post Canada”. I motivi sono: "Può aiutarti a sondare il mercato", "Fanno loro il lavoro", "E' facile e veloce", "Ti danno consigli oggettivi", "Stanno dalla tua parte", ma... hanno bisogno di informazioni corrette!

Perché un Broker assicurativo può esser la scelta giusta per te!

31/03/2015

Riportiamo con piacere un breve articolo pubblicato ieri su “The Huffington Post Canada” dal titolo “Perché un Broker assicurativo può esser la scelta giusta per te”.

Trovare l’assicurazione che fa per te non è cosa da poco, soprattutto se non hai nessuno a fianco che ti possa aiutare a districarti tra tutti i dettagli. La situazione cambia quando si assume un broker per dare un senso a tutto ciò. È un segno di saggezza sapere quando è il momento di chiedere aiuto, e qui di seguito sono riportati alcuni motivi utili a spiegare ciò che un broker assicurativo potrebbe fare per aiutarti.

Può aiutarti a sondare il mercato

L’assicurazione non è mai un affare a “taglia unica”. I broker assicurativi hanno accesso ai prodotti di una grande varietà di Compagnie e possono dunque aiutarti a trovare il prodotto che più si addice ai tuoi bisogni (e ad un prezzo competitivo!). Inoltre, se capiterà un sinistro sono dalla tua parte, non da quella della Compagnia.

Fanno loro il lavoro

Se sei come noi, di assicurazioni ci capisci poco. Sei inoltre molto impegnato, hai cose migliori da fare che rovinarti gli occhi cercando di capire cosa c’è scritto con un carattere molto piccolo nelle condizioni di polizza. Lascia il lavoro duro al tuo broker e se hai domande, chiedi. Non esistono domande stupide, e il tuo broker lavorerà duro per darti le risposte che cerchi, in modo che tu possa occupare il tuo tempo in altre maniere. Il tuo broker comparerà le polizze, e farà in modo che tutto ciò che vuoi assicurare sia effettivamente in copertura. E in caso di denuncia di sinistro ti accorcerà i tempi per risolvere il problema.

Avere a che fare con un broker è facile e veloce

Penserai che comprare una polizza online o al telefono possa essere più veloce sin da subito, ma nel momento in cui si rende necessario entrare in contatto con l’Assicurazione, per ottenere documenti o risposte, chi non ha un broker viene lasciato in attesa a tempo indeterminato. Mentre assicurarsi online è molto più facile e veloce che al telefono, sempre più Broker offrono la possibilità di quotare il rischio sul loro sito, salvo poi continuare il contatto tramite telefonate ed email, raggiungendo un livello di servizio e di contatto cui non potrai più farne a meno.

Ti danno consigli oggettivi

Se scegli un broker autorizzato, che si trova sul mercato da anni, puoi stare tranquillo che riceverai consigli oggettivi, dal momento che le commissioni delle assicurazioni sono più o meno simili nel mercato. I broker assicurativi fanno business grazie alla soddisfazione del Cliente, il che significa che alla fine della giornata devi essere soddisfatto del loro servizio e della loro offerta di prodotti. Ogni broker “veterano” del mercato degno di chiamarsi tale, lo sa: puoi quindi stare tranquillo che sta lavorando per trovare la soluzione migliore per te e non la migliore provvigione per lui. Dopotutto lui spera che il tuo business ripetitivo valga più di un singolo giorno di paga.

Stanno dalla tua parte

Il broker assicurativo lavora per te, non per la Compagnia di assicurazioni, quindi in caso di discrepanze nella tua richiesta o problemi con la compilazione della denuncia di sinistro, il broker può aiutarti inviando i documenti giusti ed eventuali ulteriori prove, scrivendo alla Compagnia descrivendo al meglio il tuo caso. Il broker è anche in grado di dirti se l’eventuale sinistro è in copertura o no, prima ancora di compilare la denuncia di sinistro.

Hanno bisogno di informazioni corrette

Per far sì che il tuo Broker lavori al meglio per te, ha bisogno che tu sia completamente onesto quando fornisci le informazioni su ogni circostanza. Solo allora possono darti un quadro generale dei tassi che puoi aspettarti e del prodotto che più ti si addice. Nel settore assicurativo, non si può cambiare ciò che non si dichiara e poi si deve vivere con le conseguenze.

Alcune nostre osservazioni

Tutto quanto esposto nell’articolo, indirizzato chiaramente ad un’utenza privata, si può tranquillamente applicare anche per le coperture rivolte alle Aziende: è semplicemente un fatto di “specializzazione” del Broker. Cogliamo l’occasione per aggiungere alcune nostre considerazioni che riteniamo importanti al fine di fornire una miglior consapevolezza sul “a cosa serve un broker”.

Il servizio prestato è sicuramente uno dei motivi principali per cui un cliente debba scegliere un broker invece che un'agenzia e un broker piuttosto che un altro. Ma “quanto fa” il broker per il cliente e “come lo fa” sono elementi difficili da quantificare e le prime domande da porsi sono: la somma che la compagnia eroga come provvigioni è sufficiente a coprire tutti i costi della struttura del broker? E, di conseguenza, le provvigioni “sono circa tutte uguali” come scrive l’autore dell’articolo?

Analizziamo un tipico “percorso” che porta alla stipula di una polizza dopo che un Cliente ha manifestato la sua esigenza al broker.

Il Broker studia la richiesta, individua una pletora di prodotti adatti a soddisfarla, compila una serie di documenti (file, mail a compagnie o preventivatori web) per ottenere un preventivo (o più preventivi, che poi unisce in un documento finale per comparare le varie soluzioni) e crea infine un’offerta che invia al cliente.

Se il cliente accetta una delle proposte, il broker effettua le seguenti operazioni:

(1) verifica e controlla che ci sia tutta la documentazione necessaria (richiesta dalla compagnia e dalla Legge vigente), (2) richiede il pagamento della polizza al cliente, (3) verifica la ricezione della somma, (4) chiede l’emissione della polizza alla compagnia, (5) inserisce tutti i dati nel suo sistema gestionale, (6) verifica di ricevere la polizza dalla compagnia, (7) la invia al cliente, (8) verifica che questa ritorni firmata, (9) ne invia una copia alla Compagnia, (10) ne archivia una copia per sé, (11) predispone i necessari futuri promemoria nel suo gestionale e si mette in attesa del prossimo evento.

Se “tutto va bene” (quindi nessun sinistro o variazione della polizza) il prossimo evento, il pagamento del premio di rinnovo, sarà fra un anno.

Banalizzando molto la questione, il “tempo-uomo” dei processi da 1 a 11 significa un determinato costo in euro, più o meno elevato secondo la struttura, l’automazione ed i livello di professionalità degli operatori del broker. E’ il costo del “prodotto” che vende il broker: la consulenza e la gestione delle polizze del cliente. Se il premio è di piccolo importo, le provvigioni difficilmente saranno sufficienti a coprire il costo della struttura del broker che dovrà attivarsi per "starci dentro" in qualche modo.

Se la provvigione non è sufficiente a coprire il costo le soluzioni sono apparentemente solo due:

  • lo faccio peggio, quindi "tiro via" e cerco di rimanere nei tempi "pagati" dalla provvigione, oppure
  • cerco una compagnia che eroghi provvigioni superiori (magari anche a discapito dei "contenuti" della polizza).

E' evidente che in entrambi i casi il cliente non è servito nel migliore dei modi anzi, in caso di sinistro, potrebbe addirittura subire un danno economico.

Allora? Come fare per avere la certezza che il Broker lavori sempre al meglio, che non sia “guidato” da politiche commerciali di una compagnia piuttosto che un’altra, che lavori quindi solo ed esclusivamente in nome e per conto del cliente?

La soluzione è quella di pagargli un compenso annuale, equo, deciso di comune accordo. Allora la tranquillità sarà per entrambi: il cliente sa di non doversi preoccupare del trasferimento assicurativo dei rischi della sua azienda, il broker sa di poter dedicare tutto il tempo necessario a curare gli interessi del suo cliente.

Affidarsi a un broker competente come Pico Adviser significa analizzare e programmare al meglio i bisogni assicurativi per salvaguardare il futuro della propria Azienda.

Ne vuoi sapere di più?
Compila il form di contatto CLICCANDO QUI

 

 

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.