RC professionale "Visto": chiarimenti

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

"Visto" Caf e Professionisti: ma è obbligatorio pagare le sanzioni? Dopo che il 18/12/2014 avevamo prontamente pubblicato la notizia inerente il cambio della Legge ma la nuova normativa (che impone all'assicurazione di pagare anche le sanzioni amministrative comminate al contribuente per il quale il professionista o il CAF rendono la dichiarazione), andreabbe contro alla legge delle assicurazioni che vieta espressamente di pagare le sanzioni.

"Visto" Caf e Professionisti: ma è obbligatorio pagare le sanzioni?

24/03/2015

Il 18/12/2014 avevamo prontamente pubblicato la notizia inerente il cambio della Legge e rimanevamo in attesa di chiarimenti da parte delle Compagnie. Cosa poi puntualmente avvenuta (le Compagnie con cui abbiamo in essere tali polizze ci avevano risposto che avevano adeguato il massimale ai requisiti di Legge).

Recentemente però è assurta alle cronache una interpretazione per cui i contenuti della nuova normativa (che impone all'assicurazione di pagare anche le sanzioni amministrative comminate al contribuente per il quale il professionista o il CAF rendono la dichiarazione), andrebbero contro alla legge delle assicurazioni che vieta espressamente di pagare le sanzioni.

Ecco un ottimo chiarimento che oggi riceviamo e pubblichiamo da parte di WBA Broker Wholesale.

È stato segnalato a questo Istituto che i CAF e i professionisti tenuti al rilascio ai contribuenti del visto di conformità non troverebbero sul mercato assicurativo le necessarie coperture previste rispettivamente dall’articolo 6, comma 1 e dall’articolo 22, comma 1 del decreto Min. Finanze n. 164 del 1999 nel testo modificato dall’art. 6, comma 2, lettere a) e b) del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175 “Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata”.

Le predette norme impongono ai soggetti sopra indicati di stipulare una polizza di assicurazione della responsabilità civile con massimale adeguato al numero dei contribuenti assistiti, nonché al numero dei visti di conformità, delle asseverazioni e delle certificazioni tributarie rilasciate e comunque non inferiore a tre milioni di euro, per garantire ai clienti, al bilancio dello Stato o del diverso ente impositore, i danni eventualmente provocati dall’attività di assistenza fiscale prestata.

La garanzia, nel caso di un visto infedele apposto su un modello 730 precompilato, si estende al pagamento di una somma pari alle imposte, interessi e sanzioni che sarebbero stati richiesti al contribuente a seguito dei controlli richiesti dalla normativa fiscale, ove l’errore non sia imputabile a dolo o colpa grave del contribuente.

L'Agenzia delle entrate ha confermato a questo Istituto come la somma che i soggetti che prestano assistenza fiscale sarebbero tenuti a pagare in caso di errore abbia natura risarcitoria e non di sanzione amministrativa. Infatti l’impegno assunto dai CAF e dai professionisti abilitati ad apporre il visto di conformità e il conseguente affidamento dei contribuenti implicano la responsabilità di quei soggetti per l’errato controllo dei dati documentali. Essi svolgono un ruolo essenziale di intermediazione nei rapporti tra amministrazione e contribuente. Coerentemente, la nuova normativa ha imposto l’adeguamento del massimale della polizza assicurativa e l’estensione della garanzia allo
Stato o al diverso ente impositore, al fine di salvaguardare il risarcimento dei danni eventualmente provocati nell’attività di assistenza fiscale.

Pertanto la copertura deve ritenersi non in contrasto con l’art. 12 del CAP che vieta le assicurazioni che hanno per oggetto il pagamento delle sanzioni amministrative, né con l’art. 4 del Regolamento ISVAP n. 29 che, in attuazione della citata norma, ribadisce l’inassicurabilità del rischio relativo al pagamento di una sanzione amministrativa.

Hai valutato se la tua polizza RC Professionale è adeguata?

Se in passato ti sei assicurato solo per assolvere un obbligo di legge e hai acquistato la polizza più economica che hai trovato forse è ora di cominciare a rivedere questa scelta.

Pico Adviser Group ha fatto la scelta di non proporre polizze a "basso costo": ciò però non significa proporre polizze "care", ma polizze con caratteristiche molto performanti perchè una polizza deve proteggere nei casi di vera emergenza...

Consigliamo a tutti coloro che cercano una polizza di Rc professionale per assolvere un obbligo di legge di cercare giustamente il costo minore, consci però del fatto che la copertura potrebbe esser insufficiente.

Abbiamo stabilito innanzitutto di proporre esclusivamente Polizza di Responsabilita' Civile Professionale di tipo "All Risks", preferibilmente con retroattività illimitata e, soprattutto, con un massimale minimo di € 500.000.

Massima velocita' e praticita' per ottenere la polizza: pochi dati, un semplice questionario e in pochi giorni otterra' la polizza, il tutto a mezzo di email!

CLICCA QUI PER RICHIEDERE UN PREVENTIVO

Ne vuoi sapere di più?
Compila il form di contatto CLICCANDO QUI per essere ricontattato da un nostro incaricato.

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.