10
Ven, Apr
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sanzioni alla Russia? Cosa succede?

Sanzioni alla Russia? Cosa succede?

21/03/2014

L’annessione della Crimea alla Federazione Russa ha determinato la reazione degli Stati Uniti e dell’Unione Europea.

I primi due round di sanzioni adottate dai paesi occidentali hanno colpito principalmente esponenti politici e amministrativi russi e ucraini. I vantaggi dell’annessione russa sono principalmente di natura strategica. E’ verosimile pensare che la prosecuzione del processo di annessione spingerà i paesi occidentali ad adottare ulteriori provvedimenti, ampliando quelli ad personam approvati finora contro la Russia.

Cosa è successo

Il 18 marzo il presidente russo Putin e il primo ministro della Crimea hanno firmato un accordo che pre-vede l’annessione della regione alla Federazione Russa come stato federato.

L’impatto dell’annessione

La piena annessione della penisola di Crimea comporta alcune conseguenze per la Russia sia in termini economici che politici. La Federazione dovrà infatti far fronte ai costi derivanti dall’annessione della Crimea e dei suoi 2 milioni di abitanti.

I vantaggi dell’annessione sono principalmente di natura strategica

La Russia potrebbe infatti ottenere il controllo su alcuni asset strategici della Crimea nel caso questi venissero nazionalizzati come previsto, in particolare giacimenti e impianti di idrocarburi.

La reazione internazionale

La prosecuzione del processo di annessione ha spinto i paesi occidentali ad adottare ulteriori provvedimenti, ampliando la lista delle personalità russe sottoposte a sanzioni ad personam.

La reazione dei mercati

Nonostante l’incertezza della situazione i mercati hanno registrato una reazione moderatamente positiva. Il tasso di cambio rublo-dollaro USA, in calo da ottobre 2013, ha segnato una lieve ripresa scambiando a RUR 36,2 per USD rispetto al minimo di 36,65 raggiunto nel fine settimana precedente.

L’impatto sull’Italia

L’Italia è il secondo partner commerciale della Russia in Europa dopo la Germania. Le esportazioni italiane in Russia superano i € 10 miliardi, trainate dai settori manifatturiero, della moda e dell’arredamento.

Possibili scenari

Visti i profondi legami commerciali tra i due blocchi, è plausibile attendersi un’ulteriore pressione per la ricerca di una soluzione diplomatica della contrapposizione.

 

CLICCA QUI

PER SCARICARE IL TESTO COMPLETO

Pico Adviser Group è un broker specializzato, si occupa di Credito Commerciale dal 1992: conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie, sa rispondere a tutte le tue domande ed indicare la soluzione più “giusta” per ogni Azienda.

VUOI AVERE UNA PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' DELLA POLIZZA CREDITI?

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una prevalutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda:

CLICCA QUI

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.