Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Coface Insolvency Monitor Francia Dicembre 2013

Coface Insolvency Monitor Francia

05/12/2013

Nel suo ultimo rapporto, Coface avverte che il 2013 sarà per la Francia, (che è il secondo partner commerciale del Regno Unito nell'Unione Europea), il peggiore anno per le insolvenze aziendali, con poche prospettive di miglioramento nel 2014. Gli specialisti dei rischi dei crediti commerciali di Coface stimano che il numero di insolvenze nel 2013 arriverà a un massimo storico e che le piccole e medie imprese sono state quelle più colpite. Ecco alcuni spunti:

I fallimenti interessano sempre più le grandi imprese maggiormente affermate

Il profilo delle imprese insolventi è cambiato molto negli ultimi sei anni. Tradizionalmente i fallimenti sono stati nel segmento micro-imprese (92% del totale), un segmento molto fragile. Dal 2006 fino a 3 anni fa il settore è stato caratterizzato da fallimenti di imprese molto piccole. Dopo sei anni il numero di fallimenti di piccolissime e piccole imprese è nettamente aumentato (rispettivamente +69% e +40%). I fallimenti ora colpiscono le imprese più grandi, e questo spiega l'aumento dei costi associati.

Forte aumento di indebitamento

Il debito totale (consistenze e debiti finanziari) delle società insolventi è vicino a 7 miliardi. Anche se rappresenta un calo del 6,8% negli ultimi dodici mesi, si tratta di un incremento del 57,5% in 6 anni. Il 60% di questo debito si riferisce alle consistenze e il 40% al debito bancario. Nonostante la sua ponderazione inferiore, il debito bancario è più che raddoppiato in 6 anni passando da 1,3 miliardi nel 2007 a 2,8 miliardi di oggi. I debiti verso banche sono sceso del 5,9% negli ultimi dodici mesi, come molti come il calo del 7,4% in consistenze.
Questo fornisce il supporto per i nostri risultati per quanto riguarda l'effetto di scala.

Non vi è alcun legame tra l'aumento delle insolvenze e il numero di nuove imprese

L'aumento del numero di nuove imprese potrebbe spiegare l'aumento del numero di insolvenze nel settore. Il numero di nuove imprese è aumentato in modo molto significativo dal 2009, con il lancio in Francia della figura di "auto-imprenditore". Tuttavia, poiché questa tipologia non è attualmente soggetta a possibilità di insolvenza giudiziale o di liquidazione, non può essere la causa della crescita del numero di insolvenze aziendali. Escludendo pertanto questo tipo di società, il numero di nuove start-up è diminuito del 7,7% tra maggio 2009 e maggio 2013, calcolato sulla base dei 12 mesi.

...

FONTE: Coface - CLICCA QUI PER SCARICARE IL REPORT COMPLETO (in inglese)

Pico Adviser Group è un broker specializzato, si occupa di Credito Commerciale dal 1992: conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie, sa rispondere a tutte le tue domande ed indicare la soluzione più “giusta” per ogni Azienda.

VUOI AVERE UNA PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' DELLA POLIZZA CREDITI?

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una prevalutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda:

CLICCA QUI

 

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.