Atradius: nuovo Rapporto Paese su Asia-Pacifico

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Atradius pubblica il nuovo "Rapporto Paese" sull'area dell'Asia Pacifico e fornisce le sue previsioni sull'economia di Cina, Corea Del Sud, Filippine, Giappone, India, Indonesia, Malesia, Singapore, Taiwan, Thailandia e Vietnam. Al top Cina e Corea del Sud.

Atradius Rapporto Paese: Asia Pacifico

10/04/2018

Disponibile sul sito Atradius il nuovo Report Paese su Area Asia-Pacifico: Cina, Corea Del Sud, Filippine, Giappone, India, Indonesia, Malesia, Singapore, Taiwan, Thailandia, Vietnam.

Cina

Nel 2018, complice una domanda esterna ancora sostenuta, l’economia cinese dovrebbe crescere di oltre il 6% mentre la domanda interna dovrebbe rallentare leggermente a causa delle condizioni più rigide dei prestiti. La crescita del credito è rallentata dal 16,1% a fine 2016 al 13,6% a fine 2017, il primo calo in quattro anni. Nei prossimi anni, tuttavia, lo stock di credito interno rimarrà a livelli molto elevati, rappresentando ancora un rischio importante per il settore finanziario e quindi per l’economia nel suo insieme.

Corea Del Sud

Nel 2017 la ripresa del commercio mondiale e una domanda di importazioni dalla Cina superiore al previsto hanno spinto la crescita del PIL della Corea del Sud a oltre il 3%, con l’industria dei semiconduttori quale traino della ripresa delle esportazioni (rappresentanti circa il 50% del PIL del paese).

Gli investimenti hanno registrato un notevole aumento, mentre la crescita dei consumi privati è rimasta modesta a causa della restituzione del debito da parte delle famiglie sudcoreane in media fortemente indebitate con livelli di indebitamento pari a circa il 160% del reddito disponibile.

Filippine

Si prevede che la crescita del PIL rimarrà al di sopra del 6% nel 2018, ma politiche economiche controverse potrebbero ostacolare il sentimento delle imprese e gli investimenti esteri.

Vuoi sapere come proteggere al meglio i tuoi crediti commerciali? Compila il form di contatto CLICCANDO QUI.

Giappone

La crescita è tornata a salire nel 2017 e la tendenza positiva dovrebbe continuare nel 2018, con la domanda interna e le esportazioni destinate a crescere ulteriormente. Oltre all’elevato deficit fiscale, il paese deve far fronte a sfide demografiche: la sua popolazione sta diminuendo e anche il numero di abitanti in età lavorativa è in calo.

India

Dopo aver registrato una crescita del 6,7% nel 2017, il PIL reale dovrebbe aumentare del 7,6% nel 2018, trainato principalmente dalla spesa pubblica (+15,4%) e dai consumi privati (+8,7%), mentre si prevede che gli investimenti e le esportazioni cresceranno rispettivamente del 5,9% e del 3,9%.

L’inflazione dovrebbe aumentare del 5,1% nel 2018 a seguito di un aumento del 3,3% nel 2017, ma queste percentuali di crescita restano comunque all’interno della fascia target prefissata dalla banca centrale, compresa tra il 2% e il 6%.

Indonesia

Le prospettive economiche a breve termine dell’Indonesia sono positive, con una crescita reale del PIL che dovrebbe mantenersi intorno al 5% nei prossimi anni, trainata principalmente dalla domanda interna. Seppur migliorata, la posizione esterna dell’Indonesia resta vulnerabile, a causa della forte dipendenza dagli investimenti di portafoglio.

Vuoi sapere come proteggere al meglio i tuoi crediti commerciali? Compila il form di contatto CLICCANDO QUI.

Malesia

L’economia malese è ben diversificata. Tuttavia, i fattori di rischio più gravi sono rappresentati dall’elevato livello di indebitamento delle famiglie. Vi sono ad ogni modo dei fattori attenuanti quali il rallentamento della crescita del credito e il fatto che le famiglie dispongono in media di ampi cuscinetti finanziari.

Singapore

Tenendo conto delle piccole dimensioni dello stato, la sua economia è relativamente ben diversificata. Data la sua elevata dipendenza dal commercio internazionale, Singapore è tuttavia altamente suscettibile a rischi derivanti da una recessione dell’economia cinese e a eventuali misure protezionistiche.

Taiwan

L’economia taiwanese è principalmente orientata all’export. Taiwan dovrà cercare nuove alternative ad alto valore aggiunto a medio e lungo termine, affrontando le sfide a lungo termine degli aumenti di produttività e della diversificazione dell’economia.

Vuoi sapere come proteggere al meglio i tuoi crediti commerciali? Compila il form di contatto CLICCANDO QUI.

Thailandia

L’economia thailandese è cresciuta del 3,7% nel 2017, soprattutto grazie al ragguardevole andamento delle esportazioni, all’aumento del turismo, alla crescita della spesa pubblica e all’incremento dei consumi privati. Le prospettive a lungo termine però non sono cosi rosee a causa della minore concorrenza internazionale, dell’elevato debito privato e dell’incertezza politica a lungo termine.

Vietnam

Il Vietnam è uno dei mercati emergenti in più rapida crescita. L’espansione economica è trainata sia dalla  domanda interna che dalle esportazioni. Mentre i notevoli risparmi e investimenti e la ridotta quota di materie prime nelle esportazioni sono punti di forza dell’economia vietnamita, il contesto imprenditoriale continua a essere ostacolato da istituzioni deboli, problemi infrastrutturali e di corruzione.

 
Fonte: Atradius
Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?
Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una prevalutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.

Contattaci

I dati ricevuti tramite questo modulo saranno trattati conformemente al GDPR (privacy) esclusivamente per rispondervi.