Credendo: overview sull'Egitto post-elezioni

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nuovo report Credendo che aggiorna il rischio Paese dell'Egitto: come previsto il Presidente Al-Sisi ha ottenuto il secondo mandato sbaragliando il solo candidato dell'opposizione ottenendo così la possibilità di concentrarsi sul proseguimento delle riforme economiche avviate durante il suo primo mandato. Credendo migliora l’Egitto da 5 a 4/7 sul rischio politico a breve termine ma lo mantiene a 6/7 per quello a medio/lungo termine.

Credendo: valutazione rischio paese sull'Egitto

A seguito della sua rielezione a Presidente si prevede che al-Sisi si concentrerà sul proseguimento delle riforme economiche avviate a Novembre 2016. Restano tuttavia considerevoli rischi al ribasso.

Aprile 2018

Le turbolenze politiche dopo la cacciata di Hosni Mubarak hanno portato a una crescita del PIL sottotono: dopo la primavera araba la crescita è stata in media solo del 3,3%. Oltre all'incertezza del business una delle ragioni del rallentamento economico è stata il forte calo del turismo - una delle principali fonti di entrate correnti - in seguito alla cacciata di Mohamed Morsi nel 2013 e all'attacco terroristico su un aereo di linea russo nel 2015.

La disoccupazione è salita a quasi il 12% e attualmente un terzo della forza lavoro con meno di 24 anni è disoccupato, fatto che continua a creare tensioni sociali significative.

Anche le finanze pubbliche egiziane si sono notevolmente deteriorate: con un forte aumento del debito pubblico da quasi il 75% alla vigilia dell'estromissione di Mubarak, al 110% della fine dell'anno fiscale 2017.

Vuoi sapere come proteggere al meglio i tuoi crediti commerciali? Compila il form di contatto CLICCANDO QUI.

Le conseguenze delle riforme

L'Egitto sta implementando dal novembre 2016 un numero significativo di riforme: la più importante consiste nella decisione di muoversi verso un regime di tassi di cambio flessibili e grazie a ciò le risorse di valuta estera sono raddoppiate. Ciò ha portato Credendo ad innalzare di grado l’Egitto fino alla categoria 4/7 per quanto concerne il rischio politico a breve termine.

Guardando oltre, il principale rischio per l’Egitto sono lo scontento popolare e le proteste che potenzialmente potrebbero far deragliare le riforme.

Il deprezzamento della valuta ha portato l’inflazione ad un livello del 30% mentre i tagli sui sussidi e l’aumento delle tasse hanno impattato negativamente sui redditi familiari. In più, l’alta disoccupazione (giovanile) e la mancanza della libertà politica sono fattori di rischio che potrebbero incrementare le tensioni createsi, che solitamente si manifestano nel medio termine.

Credendo attualmente si aspetta che le riforme economiche continueranno, ma rimangono dei considerevoli rischi sottostanti e per questo mantiene l’Egitto nella categoria 6/7 per il rischio politico di medio/lungo termine.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL REPORT CREDENDO

Fonte: Credendo
Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?
Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una prevalutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.

 

 

Contattaci