Coface: Conferenza e previsioni per il 2018

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Conferenza Rischio Paese 2018: in occasione della conferenza annuale dedicata al rischio paese e settoriale, Coface condivide con le imprese la sua visione delle maggiori tendenze dell’economia mondiale per il 2018.

Conferenza Rischio Paese 2018

Prosegue la ripresa ma attenzione ai rischi di surriscaldamento per le imprese

Se nel 2016 sono stati 25 i paesi che hanno concluso l’anno in fase  di recessione, il 2017 ha regalato una piacevole sorpresa diminuendo il numero a 13. Inoltre, il commercio mondiale nel 2017 ha fatto un salto spettacolare: 4,4% nel 2017 secondo le previsioni di Coface, dopo 1,5% nel 2016 mentre il rischio protezionistico ha raggiunto 283 nel 2017 contro 374 nel 2016, nonostante l’incremento negli Stati Uniti l’attività si è rivelata più solida negli US, in Europa e in diversi paesi Emergenti  come Brasile ed Egitto.

Fra coloro che hanno tratto vantaggio dall’accelerazione del commercio mondiale vi sono diverse economie aperte, le cui valutazioni paese migliorano: i Paesi Bassi (A1), la Corea del Sud (A2), Taiwan (A2), Singapore (A2) e Hong-Kong (A2) La Grecia approfitta del miglioramento della fiducia di famiglie e imprese e lascia la categoria C (rischio elevato) per la B (rischio abbastanza elevato).

Nel 2018, la crescita mondiale potrebbe raggiungere il suo massimo (Coface prevede 3,2%). Nei paesi emergenti ci si aspetta una ripresa più forte (4,6% secondo Coface) e soprattutto più sincronizzata.

Nei paesi avanzati, l’evoluzione in calo delle insolvenze prosegue ma comincia ad esaurirsi (previsione di appena -1,8% nel 2018, dopo -6% nel 2017), in quanto molti paesi sono già tornati ai livelli pre-crisi. Il Regno Unito assisterà ad un aumento delle insolvenze (+10% secondo Coface) in un contesto di incertezze politiche persistenti.

Vuoi sapere come proteggere al meglio i tuoi crediti commerciali? Compila il form di contatto CLICCANDO QUI .

Questa ripresa mondiale non sarà esente da rischi.

Coface lancia un avvertimento su tre rischi principali:

  • Vincoli di offerta più forti nelle economie avanzate
  • Rischio bancario ancora presente in Cina
  • Rischio politico sotto osservazione in un contesto affollato di appuntamenti elettorali


Per dare alle imprese una visione ancora più completa e approfondita dei rischi nel mondo, Coface valuta ora il rischio di credito in 13 settori di attività di 24 paesi che rappresentano quasi l’85% del PIL mondiale.

Il 2018 viene inaugurato con la revisione di 18 valutazioni settoriali, 15 delle quali sono positive. Il settore della metallurgia è quello con più segnali positivi per effetto di un rialzo dei prezzi dei metalli.

L’industria automobilistica del Regno Unito è in controtendenza rispetto al resto dell’Europa occidentale. Primi segnali negativi di rischio di una futura «hard» Brexit: gli investimenti, la produzione e le vendite, in ristagno a causa di un calo di fiducia delle famiglie e degli investitori, spiegano il declassamento del settore a «rischio elevato».

Clicca QUI per scaricare l' "INFOGRAFICA"

Fonte: COFACE
Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?
Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una prevalutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.
 

Contattaci