Credendo Group Country Overview Agosto 2017 - Credito Commerciale

Questo mese gli analisti di Credendo Group, basandosi su informazioni che riflettono o influenzano il Rischio Paese, i rating del Gruppo, le principali esportazioni, le forze e le debolezze del paese, ecc. aggiornano le analisi di Europa, America Latina, MENA ed Africa segnalando e commentando i principali eventi che incidono sui rischi di: Russia, Polonia, Colombia, Messico, Arabia Saudita e Tanzania.

Credendo Group: Country Overview

Russia, Polonia, Colombia, Messico, Arabia Saudita e Tanzania.

28/08/2017

Basandosi su informazioni che riflettono o influenzano il Rischio Paese, i rating del Gruppo, le principali esportazioni, le forze e le debolezze del paese, ecc. questo mese gli analisti di Credendo Group aggiornano le analisi di Asia, Europa, America Latina, MENA ed Africa segnalando e  commentando i principali eventi che incidono sui rischi diRussia, Polonia, Colombia, Messico, Arabia Saudita e Tanzania.

Russia

La Camera dei Deputati e il Senato degli Stati Uniti hanno approvato, a grande maggioranza, nuove sanzioni contro la Russia

Le nuove sanzioni aggiungono restrizioni alla capacità delle società bancarie e energetiche di raccogliere capitali. Il disegno di legge apre anche la porta all'imposizione di sanzioni alle società non statunitensi che partecipano ai progetti energetici russi e ciò potrebbe penalizzare le imprese europee che investono in progetti di infrastrutture energetiche, come il progetto Nord Stream 2. Secondo una fuga di notizie, riportate dal Financial Times, la Commissione europea sta prendendo in considerazione tre opzioni: chiedere agli Stati Uniti di escludere le imprese dell'UE dal nuovo regime; approvare una legge UE per bloccare la giurisdizione statunitense sulle imprese europee; o imporre sanzioni alle imprese statunitensi, come limitare il loro accesso al credito. E' ancora presto per valutare l'impatto reale della legge statunitense sull'economia russa, in quanto dipende in parte da contromisure che potrebbero essere approvate dall'UE, un importante partner commerciale della Russia.

VUOI AVERE UNA PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' DELLA POLIZZA CREDITI? CLICCA QUI

Polonia

Nel mirino l'indipendenza della magistratura polacca 

Il parlamento palacco ha approvato 3 disegni di legge nelle ultime due settimane di luglio, alimentando enormi proteste in tutta la Polonia e attirando critiche dall'UE e dagli Stati Uniti. Il primo disegno di legge darebbe ai politici il potere di controllare il Consiglio Giudiziario Nazionale, l'organo che nomina i giudici. L'altro disegno di legge consentirebbe al Ministro di Giustizia di licenziare ogni membro della Corte Suprema, l'organo che, tra l'altro, regola la validità delle elezioni. E il terzo consente al Ministro di Giustizia di nominare e licenziare i giudici di grado inferiore.

La Commissione europea ha inviato un avviso formale al governo polacco, condannando le nuove leggi ed esprimendo le sue preoccupazioni circa la dimensione del potere attribuito al ministro di Giustizia. Bruxelles ha intrapreso un processo che mette la Polonia in pericolo di ordinanze giudiziarie vincolanti e pesanti ammende. 

Lo Zloty si era ripreso sin dall'inizio del 2017 grazie alla forte crescita (aumento delle spese dei consumatori e programma di ripresa UE) ma le recenti turbolenze politiche hanno riposto la moneta sotto pressione.

VUOI AVERE UNA PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' DELLA POLIZZA CREDITI? CLICCA QUI

Colombia

Il decreto FARC pone fine a 5 decenni di conflitti

Questo mese il presidente colombiano Juan Manuel Santos ha firmato un terzo e ultimo decreto per concedere l'amnistia ad altri 3.600 membri del gruppo ribelle FARC. Questo decreto pone ufficialmente fine a più di cinque decenni di conflitti.

Questa è una buona notizia per l'economia perchè si riducono gli attacchi a infrastrutture di petrolio ed elettricità, mentre i ricavi derivanti dal turismo si gonfiano in una situazione di migliorata sicurezza. Tuttavia, il lento incremento dei prezzi del petrolio rimane fondamentale per migliorare la crescita del PIL e ridurre i moderati deficit di conto corrente e di bilancio. Ma, la violenza non si spegne poiché altri piccoli gruppi di ribelli rimangono attivi, come l'esercito di liberazione nazionale o l'ELN, che non ha cessato la pratica del rapimento nonostante gli accordi di pace formali. Poiché non vi è alcuna garanzia che i comandanti regionali dell'ELN interromperanno i sequestri - a causa della struttura di comando libera dell'organizzazione - un accordo di pace con l'ELN non è probabile che venga raggiunto nei prossimi mesi.

VUOI AVERE UNA PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' DELLA POLIZZA CREDITI? CLICCA QUI

Messico

La scoperta dell'olio migliora la prospettiva a lungo termine, ma le incertezze di NAFTA restano

Un consorzio internazionale ha scoperto uno dei più grandi giacimenti di petrolio negli ultimi anni. Si stima che la scoperta possa aggiungere almeno 100.000 barili al giorno alla produzione nazionale, equivalente a circa il 5% della produzione messicana attuale. A seguito di ciò, gli Stati Uniti hanno annunciato la rinegoziazione dell'Accordo di libero scambio nordamericano (NAFTA).

La posizione statunitense sembra meno aggressiva rispetto alle promesse della campagna Trump dell'anno scorso. Gli Stati Uniti non menzionano l'imposizione di quote commerciali e non includono minacce di tariffe commerciali unilaterali. Il tono più morbido degli Stati Uniti verso la NAFTA è un buon segno, anche se la natura imprevedibile del Presidente Trump può ancora mettere sorprese. Infatti, anche se gli Stati Uniti riconoscono l'importanza del libero scambio, essi sono ancora concentrati sulla necessità di ridurre il deficit commerciale con il Messico. Qualunque potenziale controversia diplomatica emergente può complicare gli accordi ed un prolungato processo di rinegoziazione pone incertezze per il Messico, in quanto può generare una maggiore incertezza economica nel paese.

VUOI AVERE UNA PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' DELLA POLIZZA CREDITI? CLICCA QUI 

Arabia Saudita

Il FMI riduce le prospettive di crescita per l'Arabia Saudita, mentre il paese sta affrontando la transazione politica, la crisi regionale ed il consolidamento fiscale.

Questo mese il FMI ha abbassato la previsione di crescita del PIL del 2017 per l'Arabia Saudita a quasi lo 0%. Mentre il PIL non petrolifero dovrebbe ancora crescere dell'1,7%, la crescita complessiva è ridotta a causa della perdita del PIL in petrolio.

L'economia continua a sentire l'impatto dei minori prezzi petroliferi e del successivo consolidamento fiscale. Pur rimanendo sotto il suo potenziale, la crescita del PIL non petrolifero dovrebbe migliorare nel 2017 a causa della maggiore fiducia delle imprese, dell'aumento degli investimenti pubblici nell'economia non petrolifera e nell'inversione delle precedenti riduzioni di spesa pubblica.Allo stesso tempo, i disavanzi di bilancio restano molto grandi. Nel complesso, l'unità di riforma rimane attualmente in pista, per esempio esistono piani concreti per aumentare le entrate governative non petrolifere. La questione sarà come la popolazione e l'economia risponderanno a queste riforme. Resta da vedere, se le riforme portano efficacemente alla forte espansione del settore privato, necessaria per ampliare il numero di posti di lavoro privati. 

L'attuale incertezza creata dalla frattura diplomatica con il Qatar potrebbe potenzialmente influire sugli investimenti stranieri nel paese. 

VUOI AVERE UNA PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' DELLA POLIZZA CREDITI? CLICCA QUI

Tanzania

Il presidente in conflitto con le società minerarie

Il diverbio cresce tra governo tanzaniano e la società mineraria britannica Acacia Mining, ora il governo ha chiesto ad Acacia di pagare imposte e multe per quasi 200 miliardi di dollari. La società Acacia, ha tre miniere in Tanzania, ed è accusata di sottostimare la quantità delle sue esportazioni di oro. Questa è una controversia che è iniziata nel mese di marzo quando il presidente Magufuli ha imposto un divieto all'esportazione di minerali di metallo non trasformati.

Da un lato l'ambiente macroeconomico è stabile e il governo sta attuando alcune riforme economiche positive. Ma al tempo stesso l'approccio interventista del presidente Magufuli, come la sua volontà di interferire con la regolamentazione economica, hanno preoccupato gli investitori stranieri. Il divieto di esportazione di minerali metallici è un esempio di questo. il divieto ha lo scopo di creare valore aggiunto e stimolare la produzione domestica di risorse naturali, ma rischia di allontanare gli investitori. 

Secondo la sua promessa elettorale, il presidente Magufuli ha abbattuto la corruzione e l'evasione fiscale. Ciò ha portato ad un aumento delle entrate fiscali, ma l'accresciuto controllo fiscale ha anche creato incertezze per le imprese locali e tra gli investitori.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL REPORT CREDENDO

Quali sono le esigenze della tua Azienda? Vuoi capire se la polizza crediti fa per te?
Pico Adviser Group è un broker specializzato che si occupa di Credito Commerciale dal 1992 e conosce perfettamente l’offerta di tutte le Compagnie e sa rispondere a tutte le tue domande per indicarti la soluzione più “giusta” per la tua Azienda.

CLICCA QUI per una PRE-ANALISI DI FATTIBILITA' della POLIZZA CREDITI.

Bastano solo pochi dati per ottenere da Pico Adviser una prevalutazione di fattibilità e di costi, investi solo 5 minuti del tuo tempo per conoscere uno strumento a salvaguardia dell'azienda.

 

Contattaci