FAQ Assicurazioni

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Riportiamo qui alcune FAQ.

Questa sezione verrà implementata col tempo in base alle richieste più comuni e interessanti che riceviamo dai nostri clienti.

Riportiamo qui alcune FAQ.

Questa sezione verrà implementata col tempo in base alle richieste più comuni e interessanti che riceviamo dai nostri clienti.

Vorrei stipulare una polizza su internet: quali sono i rischi? (Clicca QUI per espandere il testo)

Vorrei stipulare una polizza su internet: quali sono i rischi?

Se si intende stipulare una polizza di assicurazione tramite Internet occorre:

Tenere presente che esiste la possibilità di entrare in contatto con operatori non regolarmente abilitati. In caso di dubbio circa l'effettiva identità dell'impresa è possibile:

  • telefonare all'IVASS al Contact Center Consumatori che fornisce informazioni e assistenza in materia assicurativa: n. verde 800-48.66.61 (lun.-ven. 9.00 - 13.30).
  • consultare l'elenco delle imprese con sede legale in un altro Stato membro dell'Unione Europea ammesse ad operare in Italia, pubblicato trimestralmente nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana;
  • consultare presso il sito IVASS gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia. Tali elenchi hanno finalità meramente informativa e non assolvono alla funzione di pubblicità legale, che resta propria della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Per sapere se l'impresa d'assicurazione è autorizzata all'esercizio dell'attività:

Per sapere se un intermediario o un perito assicurativo è autorizzato all'esercizio dell'attività:

Casi di contraffazione o società non autorizzate

AVVERTENZA: Casi di contraffazione o società non autorizzate; siti internet non conformi alla disciplina sull'intermediazione
L'ISVAP, ora IVASS, ha riscontrato casi di commercializzazione di polizze contraffatte o emesse da imprese di assicurazione non autorizzate ad operare in Italia.
Consulta:

TORNA SU

In generale è bene anche seguire queste indicazioni:
  • Evitare di stipulare polizze di assicurazione con imprese estere non ammesse all'esercizio dell'attività in Italia: si può rischiare di acquistare coperture non conformi alle disposizioni di leggi italiane, soprattutto a quelle che regolano la responsabilità civile auto, e di infrangere, senza volerlo, norme fiscali o assicurative.
  • Prima di stipulare il contratto leggere attentamente la nota informativa disponibile sul sito, che fornisce indicazioni sull'impresa e sul prodotto. La nota informativa deve essere trasmessa dall'impresa, prima della conclusione del contratto, su carta o in formato elettronico immagazzinabile su supporto duraturo (floppy-disk, CD, disco rigido del computer.....).
  • Controllare nella nota informativa quale è la legge applicabile al contratto, vale a dire la legge che ogni giudice, indipendentemente dal fatto di essere italiano e straniero, applicherà in caso di controversia. Se la legge non è quella italiana e non si conosce bene la legge straniera che l'impresa propone di scegliere, si possono incontrare maggiori difficoltà ad affrontare un eventuale contenzioso. L'ISVAP è competente ad esaminare i reclami degli assicurati solo se la legge applicabile al contratto è quella italiana.
  • Tenere presente che esiste la possibilità, da verificare nella nota informativa, che in caso di controversia con una compagnia estera la competenza sia attribuita ad un giudice straniero, con la conseguenza di dover sostenere i maggiori disagi connessi allo svolgimento del giudizio all'estero.
  • Prima di stipulare il contratto leggere le condizioni di polizza disponibili sul sito. Controllare attentamente quale è il momento di decorrenza della copertura assicurativa. Il contratto deve essere comunque consegnato su carta.
  • Tenere presente che per le assicurazioni r.c. auto, oltre al contratto, devono essere rilasciati dall'impresa, in originale, il certificato assicurativo entro 5 giorni dal pagamento del premio.

Per maggiori informazioni consultare su questo stesso sito la circolare n. 393 del 17 gennaio 2000 che regola il collocamento di prodotti assicurativi tramite Internet.

Fonte: http://www.isvap.it

TORNA SU

Le FAQ della polizza di R.C. Professionale DUAL (Clicca QUI per espandere il testo)

Le FAQ della polizza di R.C. Professionale DUAL

Nota: abbiamo ritenuto di riportare le FAQ della polizza Dual perchè le risposte si adattano alla maggior parte delle domande tipiche sulla RC Professionale. Naturalmente ciò non significa nè che queste risposte vadano "prese per buone" per qualsiasi altra polizza, nè che Pico Adviser sia vincolato a Dual: per la RC Professionale Pico utilizza infatti una decina di Compagnie diverse secondo le necessità del cliente.

Cosa significa copertura "All Risk"?

Significa che tutto ciò che non è espressamente escluso nella polizza è assicurato. "All Risk" è quindi il contrario di ciò cui siamo abituati in Italia dove nella polizza vengono elencate le possibili garanzie o inclusioni. La formula "All Risk" è una lista certa di esclusioni che tiene assicurato tutto il resto: questo rende più chiaro e trasparente il contratto.

Qual'è il vantaggio di questa copertura sulla gestione della Polizza?

Nella polizza "All Risks" è a carico dell'assicuratore dimostrare che l'evento è escluso dalla copertura. L’assicurato non deve rivedere l’elenco delle attività coperte o meno dalla sua polizza ogni qual volta acquisisce un incarico di qualunque entità o natura (purchè rientri fra le attività consentite dalla legge e dai regolamenti che disciplinano l'esercizio della professione.)

Cosa significa "Claims Made"?

La formula assicurativa “Claims Made” tiene coperte tutte le richieste di risarcimento presentate per la prima volta, durante la validità della polizza; indipendentemente dalla data di insorgenza del possibile danno.

Quindi "Claims Made" significa che se dopo la stipula della Polizza, l’assicurato riceve una richiesta di risarcimento per un lavoro effettuato prima della stipula, la compagnia copre l’eventuale danno?

Sì il danno è coperto, a meno che non risulti che tale danno era già stato richiesto all’assicurato oppure che esista una circostanza nota dalla quale si poteva evincere il sorgere del contenzioso (infatti nel questionario è espressamente richiesta la dichiarazione di non esser a conoscenza di eventi o domande di risarcimento all'atto della stipula della polizza).

Ma per quanto è valida la retroattività della polizza Dual?

Illimitata, per tutto ciò che non è prescritto a termini di legge.

Se l’assicurato decide di non mantenere più la validità del contratto come può tenersi indenne da eventuali richieste successive la cessazione della polizza?

Denunciando eventuali circostanze che possono a suo parere generare richieste di risarcimento, queste diventano denuncie cautelative che tengono in copertura l’eventuale danno.

Se l'assicurato cessa l'attività o muore, cessa anche la copertura?

Per tenere indenni gli eredi la polizza prevede una "garanzia postuma" di 24 mesi dopo il decesso dell'assicurato. In caso invece che l'assicurato cessi l'attività è possibile acquistare la garanzia.

Il rimborso delle spese legali ammonta al 25% del massimale: si riferisce "per anno assicurativo", o "per sinistro"?

Il 25% di copertura delle spese legali è "per anno assicurativo", quindi se nello stesso anno vengono denunciati più sinistri che richiedono il pagamento di spese legali queste vengono liquidate fino all’ammontare del 25% del massimale assicurato.

TORNA SU

Le spese legali sono comprese nel massimale di polizza?

No, sono in aggiunta al massimale di polizza.

E’ prevista la copertura del mancato guadagno del cliente causato da imperizia del professionista? Esempio: se il mio cliente non ha potuto portare a termine un investimento e quindi ha avuto un danno economico?

Se il professionista aveva stipulato un contratto con il committente, stabilendo una penale per mancata consegna del progetto entro la scadenza pattuita, non è coperto. Oppure se il professionista si è impegnato per contratto a fare avere un guadagno al committente, non è
coperto. Se invece si tratta di un errore commesso dal professionista che provoca un danno o una perdita, il danno è coperto.

Ho una polizza che mi copre per le opere private, quando vengo incaricato di un’opera pubblica devo comunicare alla mia assicurazione detta variazione. Lo prevede anche la polizza che proponete?

La polizza stipulata con Dual Italia non esclude la realizzazione di opere pubbliche, per cui la copertura è operante.
Il codice degli appalti, però, prevede un obbligo assicurativo a carico dei progettisti che impone la necessità di consegnare una polizza specifica all’ente appaltante a copertura del singolo  progetto. E' possibile richiedere i certificati anche in forma “stand alone” ovvero senza l’obbligo di avere la polizza dell’attività ordinaria con Dual. In questo caso basta contattare Pico che provvederà ad inviare l'apposito questionario.

In polizza è coperto il contraente e tutti i suoi collaboratori, solo dipendenti o anche collaboratori esterni?

La polizza copre le perdite conseguenti a fatto illecito dall’assicurato, dal suo staff, e/o collaboratore o da chiunque egli debba rispondere (dipendenti – praticanti – apprendisti – corrispondenti italiani all’estero – collaboratori a progetto – collaboratori con P.IVA ecc.). Per collaboratore si intende qualsiasi persona fisica che opera per conto dell’assicurato e che abbia con lui sottoscritto una qualsiasi forma contrattuale regolare.

I dipendenti sono assicurati?

Questa RC professionale risponde anche della responsabilità riferita alla conduzione e alla proprietà dello studio (quindi per i danni materiali o lesioni personali causati a terzi solo all’interno dei locali). Per tutti i rischi non assicurati in questa garanzia (danni a terzi fuori dallo studio causati da titolari, collaboratori e/o dipendenti, lesioni personali subite da collaboratori e/o dipendenti durante l’attività professionale svolta, ecc.) sarà necessario integrare questa garanzia con un’apposita polizza “RC dello studio”. Qualora non fosse già provvisto di tale polizza le confermiamo la possibilità di aderire ad un programma specifico con contenuti e costi decisamente interessanti.

Al punto 3 delle ESCLUSIONI cosa significa che l’assicurazione non copre per responsabilità per inquinamento o contaminazione?

Se il professionista utilizza prodotti inquinanti o contaminanti senza rispettare le norme di legge per il loro utilizzo o la loro posa, non è coperto.
Se il professionista smaltisce prodotti inquinanti o contaminanti in maniera illegale, non è coperto.

TORNA SU

Non sono assicurato per le ammende (punto 4 delle ESCLUSIONI)?

L’ammenda verso l'assicurato non può essere risarcita, perchè essendo di stampo afflittivo andrebbe contro una norma imperativa. Al contrario, sono risarcite le multe e le ammende comminate al cliente dell'assicurato in conseguenza dell'attività svolta.

Ho un’assicurazione di cui non sono soddisfatto ma che non ho fatto in tempo a disdire, posso accedere alla Vostra polizza?

La presente convenzione è stipulabile anche a secondo rischio, cioè ad integrazione delle condizioni già esistenti su altre polizze ed in aggiunta dei massimali. In caso di sinistro il danno verrà liquidato proporzionalmente da entrambe le compagnie, in base alle garanzie rispettivamente prestate.

Per annullare la polizza che attualmente ho in corso cosa devo fare?

Deve inviare disdetta alla sua Compagnia (in genere 60/90) giorni prima della scadenza annuale di polizza (contatti Pico Adviser che le fornirà un fac-simile di disdetta da inviare alla Compagnia).

Se il contratto è poliennale come posso fare?

Se la polizza è stata stipulata fino al 15 agosto 2009 è possibile disdirla in virtù del Decreto Bersani (legge 40/2007) con preavviso di almeno 60 giorni. Per i contratti stipulati dopo quella data le polizze poliennali possono essere disdette trascorsi 5 anni (naturalmente qualora prevedano una durata inferiore possono essere disdette alla scadenza naturale).

TORNA SU

L'ABC delle polizze assicurative (Clicca QUI per espandere il testo)

L'ABC delle polizze assicurative.

A cura dell'Isvap (www.isvap.it)

Agente
Intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione.

Aspettativa
Periodo di tempo che intercorre tra la data di stipulazione della polizza e l'effettiva decorrenza della garanzia. È anche detto periodo di "carenza" contrattuale.

Assicurato
Soggetto il cui interesse è protetto dall'assicurazione.

Attestato di rischio
Documento che contiene la rappresentazione dei sinistri causati dal veicolo assicurato negli ultimi cinque anni e l'indicazione della classe di merito interna di ogni impresa, oltre alla classe di merito di conversione universale (CU).

Azione diretta
Nell'ambito dell'assicurazione R.C. auto, il danneggiato ha la facoltà di agire direttamente nei confronti dell'assicuratore.

Banca d'Italia
Istituzione responsabile del funzionamento del sistema creditizio italiano. Fa parte del Sistema Europeo delle Banche Centrali regolato dalla Banca Centrale Europea. Fra le funzioni svolte vi sono quelle di emissione della moneta, sorveglianza sul sistema dei pagamenti, tesoreria di stato, consulenza agli organi costituzionali, analisi economiche e istituzionali.

Beneficiario
Soggetto designato dal contraente a favore del quale viene eseguita la prestazione dall'assicuratore.

Bonus Malus
Termine che indica una particolare forma tariffaria che prevede riduzioni (Bonus) o maggiorazioni (Malus) di premio, rispettivamente, in assenza od in presenza di sinistri nei periodi di osservazione.

Broker
Intermediario che agisce su incarico del cliente e che non ha poteri di rappresentanza di imprese di assicurazione.

Caricamento
Costi gestionali a carico della impresa di assicurazione che comprendono gli oneri di acquisizione, le spese per la liquidazione sinistri e gli oneri di gestione.

Classi di merito
Indice del rischio che l'impresa di assicurazione assume nel ramo R.C.auto e dunque parametro essenziale nella determinazione del premio. La classe di merito è indicata nell'attestato di rischio.

TORNA SU

CONSAP
Concessionaria dei Servizi Assicurativi Pubblici, cui compete la gestione del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

CONSOB
Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. È l'ente che vigila sul corretto funzionamento dei mercati finanziari, sulla trasparenza delle contrattazioni e delle comunicazioni al mercato. Svolge il ruolo istituzionale di tutela del risparmio anche attraverso gli obblighi di legge di cui la commissione è destinataria.

Contraente
Persona fisica o giuridica che stipula il contratto di assicurazione.

Contrassegno
Documento che attesta l'esistenza di una assicurazione R.C. auto, riporta il periodo di validità dell'assicurazione, la coincidenza con la targa del veicolo e l'impresa che assicura il veicolo. Deve essere collocato per legge in modo ben visibile di norma sul parabrezza.

Contratto di assicurazione
Contratto mediante il quale l'assicuratore, dietro pagamento di un premio, si impegna a rivalere l'assicurato, entro i limiti convenuti, del danno ad esso prodotto da un sinistro (nelle assicurazioni contro i danni: Infortuni, Incendio, etc.), o a pagare un capitale al verificarsi di un evento attinente la vita umana (ad esempio nella Polizza Vita).

Conversione universale – CU
Sistema di raffronto delle classi di merito introdotto dall'ISVAP al fine di garantire la comparabilità tra i diversi sistemi adottati dalle imprese al quale ogni impresa deve comunque fare riferimento.

Diaria
Nella polizza Infortuni è l'indennità prevista per ciascun giorno di inabilità temporanea dell'assicurato. Nella polizza "Ricovero-Indennità Giornaliera" è l'indennità prevista per ciascun giorno di degenza dell'assicurato in un Istituto di cura.

Disdetta
Comunicazione che il contraente deve fare al suo assicuratore per evitarne che il contratto si rinnovi per un'altra annualità. Eguale comunicazione può provenire anche dall'assicuratore.

Fascicolo informativo
Documenti che il cliente deve ricevere prima di concludere il contratto e che lo aiuta ad entrare in possesso di tutte le informazioni utili ad una valutazione completa del prodotto che gli viene offerto.

FIP
Forma pensionistica complementare di tipo individuale - è una polizza assicurativa sulla vita e viene stipulata al fine di avere una rendita vitalizia integrativa alla pensione pubblica di Stato.

TORNA SU

FONDO DI GARANZIA PER LE VITTIME DELLA STRADA
Fondo gestito dalla CONSAP, costituito per risarcire i danni causati da mezzi rimasti non identificati, oppure risultanti non assicurati, o assicurati presso imprese poste in liquidazione coatta amministrativa. In ciascuna regione (o gruppo di regioni) viene designata una impresa per la liquidazione dei danni.

Franchigia
Parte di danno che rimane a carico dell'assicurato. È sempre espressa in cifra fissa a differenza dello scoperto.

Franchigia Assoluta
Somma che rimane a carico dell'assicurato a prescindere dall'entità del danno.

Franchigia relativa
Somma che rimane a carico dell'assicurato solo quando il danno sia pari o inferiore alla franchigia.

Garanzie accessorie
Termine di uso comune per definire estensioni della garanzia assicurativa principale a differenti e ulteriori forme di copertura.

Inabilità temporanea
Temporanea incapacità, totale o parziale, ad attendere alle proprie occupazioni per un periodo di tempo limitato.

Indennizzo (o indennità)
Somma dovuta all'assicurato in caso di sinistro.

Index linked
Polizze in cui l'entità del capitale assicurato dipende dall'andamento nel tempo del valore di un indice azionario o di un altro valore di riferimento.

Infortunio
Evento dovuto a causa fortuita, violenta ed esterna (devono ricorrere tutti e tre questi requisiti), che produce lesioni fisiche obbiettivamente constatabili, le quali abbiano per conseguenza la morte, una invalidità permanente oppure una inabilità temporanea.

Intermediari
Le persone fisiche o le società, iscritte nel Registro Unico elettronico degli intermediari assicurativi e riassicurativi di cui all'articolo 109 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, che svolgono a titolo oneroso l'attività di intermediazione assicurativa o riassicurativa.

Invalidità permanente
La perdita anatomica o funzionale dell'uso di un organo o di un arto del corpo. È quindi considerata invalidità permanente la perdita o la diminuzione definitiva ed irrimediabile della capacità generica allo svolgimento di una qualsiasi attività lavorativa, indipendentemente dalla professione esercitata dall'assicurato.

TORNA SU

ISVAP - IVASS
Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo.

Kasko
Particolare copertura assicurativa, in genere accessoria alla R.C.auto, con cui l'impresa s'impegna ad indennizzare i danni materiali e diretti subiti dal veicolo descritto in polizza a seguito di urto contro ostacoli fissi, di ribaltamento, di uscita di strada o collisione con altri veicoli, verificatisi durante la circolazione.

Malattia
Ogni alterazione dello stato di salute non dipendente da infortunio.

Massimale di garanzia
Rappresenta la massima somma pattuita in polizza fino alla quale l'assicuratore è impegnato a prestare la garanzia assicurativa. Se i danni procurati sono superiori a tale somma la differenza resta a carico del diretto responsabile.

Nota informativa
Documento che l'assicuratore deve consegnare al contraente prima della conclusione del contratto di assicurazione. La nota informativa contiene informazioni relative all'impresa di assicurazione e informazioni relative al contratto (garanzie ed opzioni, durata del contratto, modalità di versamento dei premi, regime fiscale, legislazione applicabile, reclami in merito al contratto, ecc.).

OCSE
Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico che raccoglie i 24 maggiori paesi industrializzati.

Periodo di osservazione
Periodo di tempo nel quale si osserva se vengono denunciati, e successivamente pagati, dei sinistri. Il primo periodo inizia con la decorrenza di polizza e termina dopo 9 mesi. I periodi successivi durano 12 mesi.

Premio
Somma dovuta, a date contrattualmente fissate, dal contraente all'assicuratore. Si considera riferito all'anno ed è dovuto per intero anche se è frazionato in rate.

Prescrizione
Estinzione di un diritto in quanto non esercitato dal titolare per un periodo di tempo stabilito dalla legge. I diritti derivanti da un contratto di assicurazione si prescrivono in 2 anni.

Prestito
L'assicurato con polizza Vita può ottenere prestiti secondo quanto stabilito dal contratto, entro il limite costituito dal "valore attuale" della sua polizza calcolato secondo le norme che regolano il riscatto e la riduzione. Vedi Riscatto e Riduzione.

TORNA SU

Preventivo
Determinazione anticipata dell'ammontare del premio di assicurazione.

Questionario anamnestico
Documento che descrive lo stato di salute dell'assicurato e che fa parte integrante del contratto. Deve essere compilato e sottoscritto dall'assicurato stesso o da chi ne esercita la patria potestà, prima della stipulazione di una polizza Malattia o Vita.

Quietanza
Ricevuta di pagamento del premio o dell'indennizzo.

Rami
Per ramo s'intende la gestione della forma assicurativa corrispondente a un determinato rischio o ad un gruppo di rischi tra loro similari (ad esempio Ramo Danni: Infortuni, Malattia, R.C. autoveicoli, e Ramo Vita).

Recesso
Manifestazione di volontà con cui una delle parti produce lo scioglimento totale o parziale del rapporto giuridico di origine contrattuale.

Registro Unico Intermediari (RUI)
Registro pubblicato sul sito dell'ISVAP in cui alle categorie degli intermediari tradizionali - agenti e broker già in precedenza tenuti ad iscriversi negli omonimi albi – si aggiungono quelle dei loro collaboratori che procurano gli affari o svolgono compiti ausiliari ma sempre sotto la responsabilità dei primi, e le così dette reti alternative.

Riduzione
Facoltà dell'assicurato di sospendere il pagamento dei premi di assicurazioni e mantenere la copertura per un capitale, appunto, ridotto. Il capitale si riduce in proporzione al rapporto tra i premi versati e i premi originariamente previsti, sulla base di apposite clausole contrattuali.

Risarcimento
Obbligazione che grava sul responsabile per riparare il danno cagionato, da un fatto doloso o colposo, ad una terza persona.

Riscatto
Interruzione anticipata del rapporto assicurativo da parte dell'assicurato che non voglia o possa più sostenere il pagamento dei premi, e nella corresponsione di un capitale da parte dell'impresa di assicurazione. Si possono riscattare soltanto le assicurazioni caso morte a vita intera e le assicurazioni miste, ossia le polizze dove è comunque certo che l'assicuratore debba, prima o poi, pagare una determinata somma di denaro.

Riserve tecniche
Accantonamenti di somme volti a coprire gli impegni futuri di una compagnia di assicurazione nei confronti degli assicurati e di terze persone danneggiate.

TORNA SU

Scoperto
Importo da calcolarsi in misura percentuale sul danno che, per ciascun sinistro liquidato, viene dedotto dall'indennizzo e rimane a carico dell'assicurato.

SIM (SOCIETÀ D'INTERMEDIAZIONE MOBILIARE)
Società autorizzate a prestare i "servizi d'investimento" in strumenti finanziari: negoziazione per conto proprio e conto terzi, collocamento, gestione su base individuale di portafogli d'investimento per conto terzi e ricezione e trasmissione di ordini.

Sinistro
È il verificarsi del fatto dannoso per il quale è prestata l'assicurazione.

Switch
Trasferimento delle risorse investite tra due diversi fondi comuni d'investimento gestiti dalla medesima società di gestione. In genere quest'operazione comporta per l'investitore l'onere di pagare l'eventuale differenza tra le commissioni di sottoscrizione del fondo di provenienza e quello d'arrivo. In alcuni casi sono previste anche commissioni di switch. trasferimento delle somme accumulate da un fondo all'altro pagando eventualmente una commissione.

Tacito rinnovo
Condizione contrattuale in forza della quale la polizza si rinnova tacitamente in mancanza di una tempestiva disdetta per un periodo uguale a quello iniziale ma non superiore a due anni, e così successivamente.

UCI
Ufficio Centrale Italiano - Organismo che costituisce il bureau italiano nel sistema dei bureaux internazionali per l'emissione e la garanzia della Carta Verde, e per la gestione dei sinistri occorsi ad automobilisti stranieri.

Unit linked
Polizze in cui l'entità del capitale assicurato dipende dall'andamento del valore delle quote di fondi di investimento interni (appositamente costituiti dall'impresa di assicurazione) o di fondi esterni (OICR, Organismi di investimento collettivo del risparmio) in cui vengono investiti i premi versati, dedotti i vari costi.

Vita intera
Tipologia di assicurazione Vita che prevede il pagamento del capitale garantito alla morte dell'assicurato, in qualunque momento avvenga.

TUTTO CHIARO?

Ne vuoi sapere di più?

Chiamaci allo 051-255.988 oppure compila il form a destra per inviarci i tuoi dati ed essere ricontattato.

TORNA SU

 

Contattaci